Superare fattori che portano a decisioni abusive

Anche se alcuni decisori aziendali sono senza scrupoli, la maggior parte non iniziare con l'intenzione di prendere decisioni etiche, ma li fanno comunque. Quindi, se il problema non è l'intenzione, che cos'è? Decisioni non etiche possono essere una conseguenza del pensiero distorto o stretto, pressioni sul posto di lavoro, e altri fattori che probabilmente non si rende conto preparare il terreno per le trasgressioni etiche.

Avere troppo stretto un focus

Quando il fuoco è troppo stretta, si paga di più attenzione al breve termine piuttosto che a lungo termine, o siete più impegnati a raggiungere gli obiettivi finanziari di deliziare i vostri clienti.

Vedendo il quadro è parte integrante di prendere decisioni etiche. Quando fate un passo indietro, si guadagna la prospettiva nuova e più ampia che può rivelare modelli che non si può avere notato prima. Questa prospettiva più ampia consente di visualizzare le connessioni tra ciò che prima poteva sembrare di essere entità indipendenti e, di conseguenza, considerare le implicazioni di vasta portata delle vostre decisioni.

È anche possibile vedere i modelli familiari che possono indicare che il processo decisionale è andare in giro in tondo e non realmente produrre la modifica o beneficio che speravano.

Non collegare le vostre decisioni per i vostri valori

Una decisione etica è radicata nella capacità di ancorare il processo decisionale per i vostri valori. In questo modo consente di sapere ciò che è importante quando le cose sembrano incerte, e ti dà uno standard con cui giudicare l'esito delle decisioni che prendete. Il processo decisionale basato su valori è diverso dal processo decisionale basato su credenze o ipotesi.

Soccombere a pressioni sul posto di lavoro

Quando intensa pressione per raggiungere gli obiettivi esiste, le persone sono tentati di prendere scorciatoie che possono compromettere gli standard. Per contrastare questo fenomeno, un passo indietro per scoprire la fonte della pressione e identificare dove le reazioni istintive alle richieste hanno dirottato un approccio più intenzionale al processo decisionale.

Anche cercare di bilanciare a breve termine che pensa con la visione a lungo termine e gli obiettivi. Quando si include il lungo termine nel processo decisionale, si tende a prendere decisioni migliori perché si sta applicando una prospettiva più ampia al problema.

Fare ipotesi

Quando le informazioni alla base della decisione è troppo limitato, ci si trova fare supposizioni. Per contrastare questa tendenza, coinvolgere i clienti e dipendenti come partecipanti attivi nel processo decisionale della vostra azienda. In questo modo allarga le informazioni disponibili per il processo decisionale.

Come bonus, si rafforza anche il valore della vostra azienda a causa dei rapporti leali e impegnati si sviluppano. Inoltre, rendere le informazioni disponibili e trasparente all'interno della società si riduce l'inclinazione a fare ipotesi o agire sulla speculazione.

Utilizzando i parametri sbagliati per giudicare il successo

I criteri che si utilizzano per valutare il successo ha un impatto diretto su ciò che voi ei vostri dipendenti prestare attenzione a. Eppure così importante come lo è quello di misurare le cose giuste, molti manager e aziende utilizzano inconsapevolmente metriche che misurano le cose sbagliate, sono in contrasto con missione dichiarata della società, e, nei casi peggiori, favoriscono comportamenti non etici.

Se, per esempio, è premiare i dipendenti solo per fare gli obiettivi di budget, possono rinviare o evitare di fare le cose come l'aggiornamento attrezzature per la sicurezza - una decisione che potrebbe provocare lesioni o morte.

Per determinare se le metriche che avete messo in atto stanno creando un ambiente che promuove le violazioni dell'etica, monitorare le conseguenze delle decisioni. Un modo è quello di mappare le decisioni chiave in modo da poter vedere i risultati e le conseguenze. Prendendo questo passo in modo proattivo, sarete in grado di correggere una linea di condotta prima che sia troppo tardi.