SAT II storia degli Stati Uniti: la lotta per l'indipendenza

Circa il 20 per cento degli esami SAT II US Storia copre il periodo dal 1763 al 1800. La maggior parte delle domande d'esame di questa attenzione periodo di tempo sulla storia politica ed economica. Questioni di politica sociale, intellettuale, culturale e stranieri prendono un sedile posteriore alle domande circa il potere e il denaro. Molto probabilmente, vedrete domande occupano motivazioni dei coloni americani per la ribellione e le decisioni dei padri fondatori hanno fatto dopo la nuova nazione ha ottenuto l'indipendenza. Ricorda, in questo periodo di tempo, le colonie americane e la conseguente Stati Uniti erano ancora esperimenti.

Durante tutto il periodo rivoluzionario, vedi i tentativi da parte di vari gruppi di persone e per il controllo e ribellarsi. Alcune di queste amministrazioni di prova lavorato, e altri no. Ma il punto importante è che le colonie americane finito per creare un nuovo e inedito sistema di governo che continua a sopravvivere oggi.

Svincolo le sottane: Un preludio per l'indipendenza

Il grande esperimento che era colonie americane divenne piuttosto confusa nei primi anni 1760. Dopo aver sconfitto il francese nella guerra franco-indiana, i coloni e gli inglesi apparso uniti. Nel prossimo decennio, tuttavia, le tensioni montate tra i due gruppi. Come gli inglesi sono diventati sempre più oppressivo nella loro dominio sulle colonie, crisi dopo crisi prefigurava la rivoluzione.

La proclamazione del 1763

Tre mesi dopo il trattato di Parigi pose fine alla guerra franco-indiana, Pontiac, capo della tribù di Ottawa, ha attaccato una guarnigione di soldati britannici a Fort Detroit. Anche se gli inglesi sconfissero Pontiac dopo diversi mesi di combattimenti, re Giorgio III preoccupato per futuri conflitti con i nativi americani. Come conseguenza di questo conflitto, nota come Ribellione di Pontiac, il governo britannico ha emesso la Proclamazione del 1763, che vietava coloni di stabilirsi ad ovest di una linea immaginaria che ha seguito gli Appalachi dal Canada alla Georgia. Questa linea è stata pensata per proteggere i nativi americani, coloni, e il commercio di pellicce, ma molti coloni si era già andata oltre questo limite (o ha scelto di ignorarlo). Per proteggere i loro interessi in tempi di incertezza, la Gran Bretagna ha mantenuto un grande quantità di soldati di stanza nelle colonie americane. Questa mossa, anche se apparentemente innocente, avrebbe portato a numerosi scontri tra il governo britannico e coloni americani.

Agire up: tentativi britannici di aumentare le entrate

Il debito della Gran Bretagna dalla guerra franco-indiana è pari a un enorme £ 123.000.000 (che è più di 220 milioni dollari in dollari USA, e immaginare se tale importo sono stati adeguati per 250 anni di valore dell'inflazione!). Come si può intuire, il governo britannico aveva bisogno di una soluzione al suo problema del debito enorme. Grenville, ministro del re Giorgio III, ha avuto una risposta: Il governo britannico potrebbe raccogliere il denaro tassando le colonie americane, naturalmente! E diversi atti parlamentari seguite per cercare di alleviare il debito di guerra. Il governo britannico si sentì queste tasse erano onesti perché le sue truppe di stanza nelle colonie per proteggere i coloni. Per facilitare la raccolta delle tasse, nel 1760, la Gran Bretagna ha iniziato ad emettere mandati di assistenza nelle colonie; questi mandati aperti avevano date di scadenza e consentito l'ufficiale che li possedeva a cercare e cogliere, soprattutto in caso di controlli doganali.

I coloni non hanno accettato la tassazione troppo bene. Gran Bretagna aveva praticamente lasciato i coloni da solo (una politica chiamata benign neglect) nei decenni prima della guerra franco-indiana. Ora che la Gran Bretagna stava prestando maggiore attenzione alle colonie, i coloni non sono stati usati per essere controllato. Non pensavano che aveva bisogno di un esercito britannico in piedi nelle colonie perché avevano le loro milizie per proteggere i loro interessi. Si era anche risentito di essere tassati senza avere alcuna voce in capitolo. I coloni non erano eletti funzionari del Parlamento britannico per rappresentare il loro punto di vista quando le decisioni di tassare loro si facevano; i coloni hanno dovuto sopportare britannico "tassazione senza rappresentanza". Ecco alcune delle misure fiscali importanti e come coloni hanno reagito a loro:

  • Zucchero Act del 1764: La legge dello zucchero è aumentato il dazio (tassa di importazione) di melasso della Antille francesi e ha aumentato le sanzioni per il contrabbando di zucchero (che i coloni hanno fatto per evitare i dazi paganti) per costringere i coloni a comprare melassa più costosi dal britannico West Indies. Coloni risentiti questo tipo di controllo su un prodotto di base e divennero ostili verso il governo britannico.
  • Stamp Act del 1765: Questa misura ha imposto una tassa sulla carta utilizzata per tutti i tipi di documenti coloniali (come contratti, certificati di matrimonio, e persino mazzi di carte) e coloni necessari per mettere un timbro speciale sulla carta per dimostrare che l'imposta era stata pagato. I coloni già pagato le tasse per i loro governi locali, che sono state fatte da rappresentanti eletti. Così, per i coloni, lo Stamp Act ha rappresentato una violazione di autonomia. Anche se la tassa era minuscolo - forse un centesimo o così - era più che i cittadini che vivono in Gran Bretagna ha dovuto pagare, e che sembrava ingiusto ai coloni. Essi risentivano il controllo del governo britannico esercitata sulla loro vita senza il loro avere alcuna voce in capitolo.
  • I Doveri Townshend del 1767: i dazi Townshend imposte poste su oggetti comuni, come il piombo, carta, vernici, vetro, e tè. Ancora una volta i coloni erano arrabbiati di essere tassati senza avere rappresentanza in Parlamento. Donne coloniali hanno risentito principalmente l'imposta tè, in modo che sono stati coinvolti in proteste, anche.

Le tensioni sui atti montati e, a Boston marzo 1770, una piccola folla cominciò a molestare soldati britannici, e un sanguinoso scontro ha seguito. I coloni hanno lanciato palle di neve e pietre contro i soldati, ei soldati hanno sparato sulla folla, ferendo e uccidendo 11 5. Revolutionary Samuel Adams chiamato l'evento del massacro di Boston e pubblicizzati per scopi di propaganda anti-britannici, e molti bostoniani chiesto che la Gran Bretagna rimuovere la Le truppe dalla loro città. Nel 1770, il governo britannico ha abrogato le funzioni, tranne che per la tassa sul tè. Ma i coloni avevano visto la scritta sul muro e, nel 1772, Samuel Adams ha istituito comitati di corrispondenza di creare reti di comunicazione tra le colonie per organizzare la resistenza alle politiche britanniche.

  • Tea Act del 1773: Perché la tassa sul tè è rimasto al suo posto, i manifestanti come mercante John Hancock ordinato un boicottaggio su tè venduti dalla British East India Company, e mercanti coloniali e contrabbandieri approfittato. Questo boicottaggio dispiacque la Compagnia delle Indie Orientali, e si rivolse al governo britannico per chiedere aiuto. In risposta, il Parlamento ha promulgato la legge di tè, che sollevò la tassa sul tè della Compagnia delle Indie Orientali in modo che possa minare i mercanti coloniali (e contrabbandieri) prezzi. La maggior parte dei porti coloniali allontanati navi Oriente India in segno di protesta, ma l'esercito britannico prevede di assistere la Compagnia delle Indie Orientali quindi potrebbe sbarcare le proprie navi in ​​Boston. I Figli della Libertà, un gruppo di manifestanti che era stato attivo dopo la crisi Stamp Act, contrastato la consegna dal dumping il tè nel porto di mostrare la loro avversione per il Tea Act. I 150 manifestanti - molti vestiti come i nativi americani - gettati a mare il tè come migliaia di sostenitori osservavano da terra. Questo incidente divenne noto come il Boston Tea Party.
  • Mezzi coercitivi o intollerabili: A seguito del Boston Tea Party, il governo britannico ha superato gli Atti coercitive nel 1774 (che i coloni chiamano le Leggi intollerabili). Gli atti coercitivi era una serie di atti di oppressione destinate a punire Boston, che era il cuore della ribellione. Questi atti chiusi Boston Harbor al commercio; sospeso lo statuto del Massachusetts, in sostanza l'abolizione del sistema giudiziario locale; consentito l'acquartieramento di soldati in abitazioni civili; e ha dato il controllo di oggi Ohio, dove molti coloni avevano vissuto, ai governatori canadesi del Quebec. Questi atti colpiti tutti gli aspetti della vita quotidiana di Boston e ha causato paura tra i coloni fuori di Boston, trasformando anche i coloni inglesi più comuni in rivoluzionari.

Leader coloniali deciso di incontrarsi in autunno del 1774 a Filadelfia in occasione del Primo Congresso Continentale per affrontare gli abusi del governo britannico.

La SAT II è improbabile chiederti i dettagli di qualsiasi atto. Ricordate, la storia è causale - eventi causano altri eventi, e così via. Comprendere le cause degli eventi è molto più importante che richiamare i dettagli di singoli atti per conto proprio. È molto più probabile vedere una domanda simile alla seguente:

Cosa ha ispirato coloni di incontrare a Philadelphia per tenere il primo congresso continentale?

  1. Le guerre con i nativi americani
  2. Problemi commerciali con la Gran Bretagna
  3. I coercitivi Acts
  4. Tassazione senza rappresentanza
  5. La proclamazione del 1763

Al primo esame, le risposte, (B), (C), e (D) guarda plausibile. Tuttavia, dopo averci pensato un attimo, si vede che la tassazione senza rappresentanza causato problemi commerciali con la Gran Bretagna (come il Boston Tea Party), che a sua volta ha causato i mezzi coercitivi. Così, l'unica risposta corretta è (C). Ricordando che la storia è fortemente influenzato dalla quantità di moto vi aiuterà sul SAT II.