Regina Elisabetta e il suo Monarchia Costituzionale

Mentre festeggia il suo giubileo di diamante nel 2012, si può chiedere che ruolo ha la Regina Elisabetta gioca nella politica britannica. Ecco una breve lezione di storia.

Per gran parte della storia della Gran Bretagna, il monarca - non il parlamento - ha dettato legge. Per più di sei secoli, i re successivi e le dispari regina erano al vertice del sistema politico e al centro di quello che è stato riconosciuto come la Costituzione.

Il monarca controllava l'esercito, ha fatto nomine politiche, chiamato e sciolto la Camera dei Comuni ogni volta che lui o lei piaceva e aveva tutte le alte cariche dello Stato nel suo dono. Dal 1540 in poi, il monarca anche controllato la Chiesa, nominando vescovi e acquisire enormi tratti di terra che in passato erano appartenuti alla Chiesa cattolica romana. In breve, il monarca era n ° 1.

Tuttavia, nel corso del 17 ° secolo, la guerra civile ha portato in parlamento cogliere alcuni poteri significativi dal monarca. Come risultato, molte delle competenze necessarie per nominare i funzionari di governo hanno cominciato a cadere nelle mani dei politici al posto del sovrano.

Ma a differenza di molti altri paesi occidentali, la Gran Bretagna non ha fosso la sua monarchia. Invece, l'istituzione trasformata in una monarchia costituzionale. Così, invece di esercitare il potere politico assoluto, monarchi moderni esercitano la loro autorità all'interno dei confini della costituzione del Regno Unito - entro certi limiti stabiliti dalle convenzioni accettate di comportamento.

Così che cosa la Regina Elisabetta II fare in questi giorni quando si tratta di governare la Gran Bretagna?

In pratica il monarca esegue diversi ruoli, ma il suo potere è largamente cerimoniale, quali:

  • Apertura e sciogliendo il parlamento
  • Nomina il primo ministro
  • Consenting a tutte le fatture approvate dal Parlamento (senza questo consenso non può diventare legge)
  • Nomina dei vescovi e membri della Camera dei Lord

Questi poteri possono sembrare molto simili a quelli che sono esercitate da monarchi già nel 17 ° secolo, prima parlamento ha assunto. Tuttavia, un avvertimento cruciale applica al potere del monarca: lui o lei deve agire con il consiglio dei ministri. Ciò significa, in effetti, è che il monarca non come sono raccontate dai leader del governo.

Ad esempio, il monarca si scioglie parlamento solo quando lui o lei è stato detto di farlo dal primo ministro, che vuole indire le elezioni.

Il potere di nominare un primo ministro è anche illusoria perché, per convenzione costituzionale, il monarca deve chiedere al leader del partito che detiene la maggioranza in parlamento. I sentimenti personali o volontà del monarca non entrano in esso. Il lavoro del monarca è alla gomma-stamp cosa succede in Parlamento.

Prendete il rapporto tra la Regina Elisabetta II e l'ex primo ministro conservatore Margaret Thatcher, per esempio. E 'stato ampiamente dice che la Regina non piaceva Margaret Thatcher né le politiche che il suo radicale, la riforma del governo perseguiti. Tuttavia, Sua Maestà ha dovuto nominare Thatcher come primo ministro tre volte perché Thatcher mantenuto vincere le elezioni. In realtà, il monarca non ha scelta in che lui o lei nomina al ruolo di primo ministro.

Che cosa accadrebbe se il monarca ha deciso di disobbedire suoi ministri - il governo - e nominare qualcuno lui o lei piaceva essere primo ministro o ha rifiutato di dare il consenso a leggi approvate dal Parlamento? Ebbene, la maggior parte dei deputati in parlamento sarebbe forse votare per o chiedere il monarca di abdicare o addirittura abolire l'istituzione della monarchia del tutto.