Quali sono stati i Pentagon Papers?

Nel 1968, il segretario di Stato americano, Robert McNamara, ha commissionato uno studio che analizza il coinvolgimento degli Stati Uniti in paesi sud-est asiatico, come Vietnam e Laos. Il documento di 7.000 pagina risultante in seguito divenne noto come il "Pentagon Papers", quando era trapelato il New York Times nel 1971. Il rilascio di questi documenti per i media americani ha segnato un importante cambiamento nella pubblica americana circa il coinvolgimento degli Stati Uniti in numerosi conflitti sud-est asiatico, e le sfide legali derivanti impostare diversi precedenti.

Il Pentagon Papers esaminato la politica degli Stati Uniti e di pianificazione interna nel Sud-Est asiatico dalla fine della seconda guerra mondiale al 1968. I documenti sono stati pubblicati internamente nel 1969, e consisteva in un vasto assortimento di documenti originali, accompagnati da migliaia di pagine di analisi scritte da funzionari del Dipartimento di Stato. I documenti contenevano una grande quantità di informazioni che non era stato rilasciato al pubblico americano, tra cui le rivelazioni che gli Stati Uniti erano stati più profondamente coinvolti nel sud-est asiatico che la maggior parte dei cittadini realizzato.

Un ex funzionario del Dipartimento di Stato, Daniel Ellsberg, trapelato i documenti a Neil Sheehan del New York Times. La carta subito ha cominciato a pubblicare estratti del Pentagon Papers, con articoli di analisi. Quando il presidente Nixon appreso della pubblicazione, ha cercato un'ingiunzione per fermare il Times di stampare i documenti. Un provvedimento provvisorio è stato assegnato, ma il Washington Post preso la storia pure, e ha cominciato a pubblicare estratti supplementari. In definitiva, il caso finì alla Corte Suprema, e il provvedimento è stato colpito, confermando i diritti di libertà di parola dei giornalisti e giornali interessati.

Molti storici indicano il Pentagon Papers come un momento di svolta nella storia americana. Il supporto per la guerra del Vietnam aveva già ampiamente tramontata tra la popolazione americana, ma le rivelazioni sui giornali scatenato una grande rabbia e gioco. Insieme con lo scandalo Watergate, hanno avuto anche un forte impatto sulla direzione dell'amministrazione Nixon.

La pubblicazione dei documenti top secret sui principali quotidiani in giro per gli Stati Uniti anche finito in ultima analisi, che porta ad una maggiore protezione per i giornalisti. La decisione della Corte Suprema affermando il diritto di pubblicazione è stata poi utilizzata come giustificazione per casi simili. Tuttavia, i giornalisti ancora esprimere le preoccupazioni per materiale che potrebbe avere un impatto sulla sicurezza nazionale pubblicazione, indicando le accuse di tradimento mosse dalla Casa Bianca contro gli editori del Pentagon Papers. Molti giornalisti continuano a combattere per maggiori diritti e tutele ai sensi della legge, utilizzando il Pentagon Papers come un ottimo esempio del perché questi diritti sono importanti.

  • La Casa Bianca ha accusato gli editori del Pentagon Papers di tradimento.