Quali sono i diversi tipi di tecniche di analisi costi-benefici?

Tecniche di analisi costi-benefici sono comuni Titolari di società e manager utilizzano per valutare i vari progetti. Queste tecniche confrontano sostanzialmente il totale degli investimenti di capitale per il progetto contro i suoi rendimenti potenziali. Diverse tecniche sono disponibili, con l'essere il più comune il periodo di ammortamento, il valore attuale netto, e il tasso di rendimento. Le aziende possono utilizzare uno o tutte le tecniche di analisi costi-benefici. La valutazione avviene dopo che l'azienda ha informazioni e prima di investire capitali in uno o più dei progetti tutti necessari.

Il periodo di recupero è in genere la più semplice di tutte le tecniche di analisi costi-benefici. Il metodo utilizza le stesse informazioni come le altre tecniche, ad eccezione del processo di calcolo è molto diversa. In primo luogo, una società deve calcolare tutti i costi associati con un progetto. Questo include gli investimenti in capitale fisso, costi per i dipendenti, e tempo di produzione perso per la formazione o implementazione. In secondo luogo, la società si divide il totale per tutti questi costi da parte dei potenziali rendimenti finanziari, con conseguente tempo ci vorrà per il progetto di pagare per se stessa.

La tecnica del valore attuale netto è un po 'più tecnico che il periodo di ammortamento. Il processo di accumulazione costo è uguale al periodo di recupero. La società utilizza quindi il costo del capitale associata a fondi esterni per pagare per l'avvio del nuovo progetto. La stima dei rendimenti finanziari futuri è anche lo stesso delle altre tecniche di analisi costi-benefici. Un gestore finanziario sconto totale rendimenti finanziari futuri che utilizzano il costo società di capitale per determinare se il valore attuale del rendimento è superiore al costo del investmentâ € s.

Il tasso di rendimento è un metodo comune di una società può utilizzare per gli investimenti singoli o piccoli. La formula di base per questo processo è i guadagni totali di investimento meno i costi totali associati. Dividendo la differenza tra questi due elementi dal costo investmentâ € s produce un ritorno percentuale. Proprietari e gestori utilizzano tale percentuale per determinare se l'investimento è un uso utile di capitale. Tasso di rendimento può essere un metodo ibrido tra le diverse tecniche di analisi costi-benefici, come le aziende possono confrontare la percentuale di ritorno al costo del capitale.

Le aziende possono inoltre utilizzare altre tecniche di analisi costi-benefici. Queste tecniche essenzialmente tutti testare le stesse informazioni. Lo scopo di utilizzare tecniche diverse, tuttavia, è quello di determinare quale fornisce le informazioni più accurate. Soci finanziari possono utilizzare più formule di analisi per diversi progetti. L'obiettivo alla base di questo è quello di abbinare una formula per le informazioni a portata di mano in modo l'azienda sarà in grado di valutare con precisione i vari progetti.