Quali sono gli ostacoli al commercio internazionale?

Alcune barriere al commercio internazionale sono differenze di lingua, cultura, leggi e regolamenti. Società commerciali possono anche incontrare incomprensioni sui termini dei contratti, portando a problemi con il pagamento di beni, merci o di assicurazione. Le leggi a terra, l'occupazione, la proprietà intellettuale e la salute pubblica sono diversi da paese a paese e può causare problemi per le imprese internazionali. I movimenti dei tassi di cambio e l'aumento dei tassi di inflazione o di interesse nel paese straniero sono una trappola per i commercianti incauti. Le tariffe e le quote sulle merci importate, in combinazione con le sovvenzioni per le industrie nazionali, caricare i dadi contro le imprese straniere in molti paesi.

Trasporto di merci una volta era una delle barriere al commercio internazionale, ma lo sviluppo di moderne navi da carico, la containerizzazione e sofisticate porti container - compresi i porti di navigazione interna a secco - ha portato questi problemi logistici a diminuire. Malintesi a contratti internazionali sono stati ridotti dallo sviluppo di condizioni contrattuali standard, mentre i governi spesso danno sostegno, quali le garanzie per aziende alla ricerca di finanziamento delle esportazioni. Le aziende possono avere bisogno di cercare consigli in copertura contro i movimenti valutari e dei rischi finanziari di trading in un altro paese, tra cui l'inflazione e tassi di interesse variabili.

Quando si stabilisce una succursale o una filiale in un altro paese, le imprese devono fare i conti con le leggi di autorizzazione, il diritto societario, le norme sugli investimenti e le norme fiscali. In genere hanno bisogno di consulenza aziendale locale per affrontare tali problemi, ma ci possono essere anche opportunità come zone franche o zone economiche speciali nel paese. Norme di salute e sicurezza possono causare problemi per le aziende che operano in determinati settori, tra cui cibo e prodotti delle industrie dei bambini. Alcune aziende possono avere bisogno di modificare i loro prodotti per tener conto dei costumi e sapori locali.

Gli ostacoli più visibili al commercio internazionale sono tariffe e quote. I paesi industrializzati spesso impostate alte tariffe sui prodotti agricoli importati, possono combinare questo con sussidi per i propri produttori agricoli nazionali. Essi possono anche imporre le quote che limitano la quantità di alcuni manufatti importati ogni anno. Paesi in via di sviluppo possono mettere barriere tariffarie nei confronti delle importazioni di merci in alcune industrie di proteggere i propri produttori pionieri. Nonostante un accordo generale che il protezionismo è dannosa per il commercio internazionale e dei redditi nazionali, i paesi generalmente curano i propri interessi nazionali, quando si considerano le questioni commerciali.

Le organizzazioni internazionali come l'Organizzazione mondiale del commercio (OMC) parla di accoglienza e trattative sulle barriere al commercio internazionale. Questi spesso centrare su temi sensibili come le tariffe ei contributi ai prodotti agricoli, dazi e quote imposte sui manufatti, e gli ostacoli alla prestazione di servizi a livello internazionale. Un altro tema sensibile nel commercio internazionale è la tutela della proprietà intellettuale, in quanto le aziende internazionali si lamentano spesso che la protezione brevettuale è insufficiente in alcuni paesi.

  • Alcuni paesi possono mettere norme sulle importazioni ed esportazioni che limitano il commercio internazionale.
  • Alcune barriere al commercio internazionale sono differenze di lingua, cultura, leggi e regolamenti.
  • A causa dei progressi della tecnologia, le navi da carico hanno ridotto una volta-grave ostacolo al commercio internazionale.
  • Barriere tariffarie potrebbero essere utilizzate dai paesi in via di sviluppo, nel tentativo di proteggere i produttori pionieri.