Quali sono gli effetti psicologici di disturbi alimentari?

La relazione tra disturbi alimentari e problemi psicologici sono duplici, in quanto le abitudini alimentari irregolari possono causare problemi mentali come trauma mentale può a sua volta causare disturbi del comportamento alimentare di un individuo. Gli effetti psicologici di disturbi alimentari sono ampi e complessi. Alcuni dei molti effetti psicologici di disturbi alimentari auto-immagine e la percezione di sé sono distorti, ridotta autostima, depressione e ansia.

Le cause esatte di disturbi alimentari non sono completamente compresi. La grande quantità di attenzione nel settore della ricerca psicologica ha consentito ai professionisti di creare una serie di suggerimenti teorici relativi al perché esiste tale comportamento. Le tre forme più comuni di disturbi alimentari sono la bulimia nervosa, anoressia nervosa, e binge eating.

Gli effetti psicologici di disturbi alimentari sono stati classificati con il sistema di assi della American Psychiatric Association. Il primo asse delinea una serie di cause ed effetti di disturbi alimentari e comprende problemi psicologici come la depressione, abuso di sostanze, e il disturbo ossessivo compulsivo. Il secondo asse di solito descrive disturbi di personalità che possono essere presenti a causa di disturbi alimentari, come il disturbo borderline di personalità, disturbo di personalità narcisistico, o disturbo di personalità evitante.

Bulimia nervosa è l'atto di liberare se stessi di calorie consumate, generalmente eseguita subito dopo aver mangiato. Un esempio potrebbe essere il vomito autoindotto dopo aver mangiato un pasto abbondante. Questa malattia è generalmente presente tra coloro che cercano di controllare il peso, e può causare psicologico e problemi fisici. L'anoressia nervosa è una paura ossessiva di ingrassare, con conseguente difficoltà a mantenere un peso corporeo sano. Uno degli effetti psicologici dei disturbi alimentari come questi è una immagine di sé distorta.

Il terzo dei tre disturbi più comuni di cui è binge eating. Si tratta di episodi di consumo insolitamente estremi spesso accoppiato con periodi di apporto calorico minimo. Circa il 3,5% delle femmine e il 2% dei maschi negli Stati Uniti soffrono di questo disturbo prevalente, aggiungendo al 5 e 10 milioni a livello nazionale che sono stimati a soffrire di qualche tipo di disordine alimentare. La vasta gamma di stime sono a causa della natura sensibile di tali malattie, che può provocare sottostima.

La relazione tra le abitudini alimentari irregolari e problemi psicologici è molto forte ma complesso, che è il motivo per cui chi soffre di una malattia del genere ha bisogno di chiedere aiuto a superare questo ostacolo vita che alterano. Professionisti da consultare sono psicologi, medici, psichiatri, consulenti, e nutrizionisti. Possono spesso lavorare in coalizione per trattare i molti fattori che contribuiscono alle abitudini distruttive.

  • Ansia, depressione e bassa autostima sono effetti psicologici di un disturbo alimentare.
  • Le persone con un disturbo alimentare sono generalmente ossessionati con il loro peso.
  • Immagine di sé distorta è un effetto psicologico di disturbi alimentari.