Quali sono Etica situazionali?

Conosciuto anche come etica della situazione, l'etica situazionale è una teoria basata sulla religione in merito all'applicazione dei principi etici di varie situazioni. Originariamente concepito da Joseph Fletcher nel corso del 1960, l'approccio ha cercato di qualificarsi risposte etiche in un modo che ha permesso l'ingiunzione trova nel Nuovo Testamento cristiano di amare tutte le persone a sostituire tutti gli altri imperativi morali quando un'apparente contraddizione era presente. Fletcher, un prete episcopale, ha definito l'amore in termini di parola greca "agape" e ha usato le traduzioni letterali di incondizionato, assoluto, e universale come base per il tipo di amore che deve essere applicato a tutti gli aspetti di interazione umana.

La teoria etica cristiana formulata e promossa da Fletcher mirava ad allontanarsi dagli approcci legalista e antinomiche che sono stati trovati in molte tradizioni cristiane diverse. Etica situazionali spostato oltre il limite di applicazioni legalistica dei comandamenti e le leggi si trovano all'interno della storica canone cristiano, sottolineando che mentre c'era un gran bene nel rispetto delle leggi, non potevano necessariamente affrontare tutte le possibili varianti di una catena di eventi. Ad esempio, mentre il canone cristiano contiene molte ingiunzioni censurare l'uccisione di un altro essere umano, etica situazionale potrebbe applicarsi quando l'abbattimento abbia luogo una questione di auto-difesa o prevenzione dei danni ai propri cari.

Etica situazionali differisce anche da un approccio antinomica all'etica. Con etica antinomiche, c'è poco da nessun riconoscimento di leggi preesistenti a servire come base per prendere decisioni etiche. Invece, ogni situazione deve essere considerata indipendentemente da qualsiasi applicazione di etica che si è verificato a situazioni simili in passato. Etica situazionale, al contrario, riconosce l'esistenza di leggi di base che forniscono un quadro di riferimento per dare giudizi di valore nel corso di azione da intraprendere, temperata dalla regola d'oro del cristianesimo.

Per un certo punto, si può affermare che l'etica situazionale rappresenta una via di mezzo tra gli estremi di espressioni legalistica e antinomiche dell'etica. A differenza dell'applicazione legalistica di codici morali, etica della situazione consente la possibilità che una situazione particolare può richiedere una risposta che non è ben definito da leggi o comandamenti esistenti. Allo stesso tempo, fornisce maggiore coesione e struttura al processo di definizione e sviluppo di un codice etico, poiché ci sono comandi e le leggi che aiutano a forma una base per determinare la migliore risposta per una data situazione.

Il concetto di etica della situazione ha avuto un impatto in molte denominazioni cristiane, in quanto l'approccio rende necessario non fare affidamento sulla tradizione o le parole letterali del canone delle Scritture per fornire una risposta precisa alla vita moderna. Piuttosto, motiva le persone a comprendere le leggi ei comandamenti nel contesto e contesto storico da cui emerse e determinare in che misura possono essere allineati con il comandamento di Gesù di amare tutte le persone.

  • Etica situazionali potrebbero diminuire l'uso di una interpretazione letterale delle Scritture.
  • I seguaci di etica situazionale tentano di allineare le leggi e comandamenti con l'istruzione di Gesù 'di amare tutte le persone.