Qual è l'indice MSCI Emerging Markets?

Il Morgan Stanley Capital International (MSCI) Emerging Markets Index misura la performance complessiva dei mercati azionari in 21 paesi dei mercati emergenti: Brasile, Cile, Cina, Colombia, Repubblica Ceca, Egitto, Ungheria, India, Indonesia, Corea, Malesia, Messico, Marocco, Perù, Filippine, Polonia, Russia, Sud Africa, Taiwan, Tailandia e Turchia. Considerata la necessità di una fonte di dati che affidabile e preciso misura la performance dei mercati azionari nei mercati dei paesi emergenti nel lungo periodo, l'indice di MSCI è diventata un punto di riferimento de facto per i money manager professionali e altri investitori, nonché per economisti e altri ricercatori. Con la globalizzazione del capitale e l'avvento e la crescita di exchange-traded funds (ETF), l'MSCI Emerging Markets Index è utilizzato anche come indice di riferimento per i mercati emergenti ETF, altri tipi di fondi indicizzati, e futures indicizzati, opzioni, e altri index-linked contratti derivati.

Coprendo indici del mercato azionario di 21 paesi dei mercati emergenti, ETF, e altri fondi indice passivamente gestiti sulla base del MSCI Emerging Markets Index offre agli investitori statunitensi un mezzo semplice e conveniente di ottenere esposizione con un'ampia base per i mercati emergenti a livello globale. In sostanza, l'indice viene compilato consolidando e ricalibrare l'indice MSCI paese di ciascun componente, ponderando in base al loro rispettivo capitalizzazione di mercato del flottante, quindi sommando. Il MSCI Emerging Markets Index è solo uno di una vasta gamma di internazionale, nazionale, regionale, industria e settore indici Morgan Stanley produce. Altri indici internazionali sono i seguenti: l'MSCI All Country World & Frontier Markets Index, la più ampia la società pubblica; l'indice MSCI Frontier Markets, un indice dei mercati azionari di paesi considerati meno sviluppati economicamente rispetto a quelli del MSCI Emerging Markets; e l'MSCI Emerging Markets Index e Frontier, che unisce gli indici emergenti e mercati di frontiera.

Investire nei mercati azionari emergenti è per sua natura, così come per definizione, generalmente considerato più rischioso che investire in quelli dei loro omologhi dei paesi sviluppati. Valuta Maggiore, economico e politico, o paese, rischio sono tipicamente associati con i mercati azionari dei paesi emergenti. Almeno in teoria, gli investitori dovrebbero essere compensati per tali rischi, nonché il solito maggiore volatilità dei mercati azionari dei paesi emergenti, dalla possibilità di guadagnare rendimenti più elevati. Inoltre, nella misura in cui sono state in vigore, i rendimenti del passato e le performance passate dei mercati azionari dei paesi emergenti sono stati generalmente debolmente correlati a quelli dei paesi sviluppati. Investire in essi ha quindi tradizionalmente visto come un mezzo per ridurre il rischio complessivo di un portafoglio di investimento attraverso la diversificazione.

  • La Turchia è attualmente sul MSCI Emerging Markets Index.
  • Sud Africa è incluso il MSCI Emerging Markets Index.