Qual è l'Anatomia del sistema riproduttivo?

L'anatomia del sistema riproduttivo include tali organi, tessuti, vasi che partecipano al processo di riproduzione, o la generazione di uno o più figli da un maschio e genitore femminile. A differenza degli altri sistemi del corpo umano, l'anatomia del sistema riproduttivo differisce significativamente in uomini e donne. Nelle donne, i principali organi comprendono vagina, utero, ovaie e, mentre negli uomini i principali organi di riproduzione sono le pene, scroto e testicoli. Le tube di Falloppio e link cervice questi organi del sistema riproduttivo femminile, mentre negli uomini, i mezzi si citano l'epididimo e deferenti. Una discussione di anatomia del sistema riproduttivo deve includere anche le sue unità più piccole, la cellula di sperma negli uomini e l'ovulo o uova nelle donne.

In entrambi gli uomini e le donne, l'anatomia del sistema riproduttivo può essere diviso in organi esterni ed interni. L'organo esterno femmina è spesso definito come la vagina. Questo organo, tuttavia, è tecnicamente il canale interno che conduce sperma maschile nell'utero.

Genitali femminili esterni comprendono le labbra protettivo majora, le grandi pieghe che avvolgono i restanti organi esterni: delle piccole labbra, il clitoride, e ghiandole Bartholinâ € s. Le piccole labbra sono piccole pieghe che proteggono l'apertura vaginale e l'apertura per l'uretra, o del tratto urinario. Il clitoride è un piccolo, nervoso pieno organo anteriori all'apertura vaginale che è omologa al pene maschile. Le donne hanno anche ghiandole Bartholinâ € s, che rilasciano le secrezioni che prevedono la lubrificazione iniziale per il pene al momento dell'ingresso alla vagina.

Organi esterni del sistema riproduttivo maschile includono il pene, testicoli, e lo scroto. Il pene è l'organo che permette lo sperma di raggiungere l'ovulo femminile durante il rapporto sessuale, o la penetrazione vaginale. Dense con i vasi sanguigni, diventa eretto durante l'eccitazione a causa di una corsa di flusso di sangue alla regione, permettendogli di penetrare la vagina femminile. Dietro il pene è scroto, la sacca esterna che contiene e protegge i testicoli appaiati. Questi testicoli o testicoli sono gli organi che producono lo sperma, cellule riproduttive maschili.

L'anatomia del sistema riproduttivo deve includere anche gli organi interni della riproduzione. Nelle donne, queste sono la vagina, l'utero, e le ovaie. La vagina è il canale espandibile, solo pochi centimetri di profondità, che conduce verso l'utero e attraverso il quale passa un bambino durante il parto. Sul retro della vagina è cervice, un'apertura attraverso la quale passa lo sperma rotta verso l'utero. L'utero è lo spazio in cui il feto cresce durante la gravidanza, e può anche espandere un grande affare.

Ai lati dell'utero superiore, le tube di Falloppio conducono alle ovaie, gli organi sessuali femminili. Questi organi producono gli ovuli o le uova che vengono rilasciate ogni mese, al fine di essere fecondati dallo sperma maschile. Se ciò non si verifica, vengono espulsi dal corpo con il rivestimento dell'utero, in cui l'uovo fecondato sarebbe imbed stesso momento concezione, in forma di mestruazioni.

L'anatomia interna del sistema riproduttivo maschile comprende l'uretra, vasi deferenti, e epididimo. Cominciando con l'apertura sulla punta del pene, l'uretra è il vaso interno che conduce sperma, il fluido contenente sperma e urina fuori del corpo. Essa conduce a vasi deferenti, il tubo che porta sperma dell'uretra.

L'epididimo è l'unità di memorizzazione dei testicoli. Si trova dietro ogni testicolo ed è un tubo che ospita gli spermatozoi prodotti dai testicoli fino a quando non sono abbastanza maturi per essere in grado di fecondare l'ovulo femminile. Durante l'eccitazione, queste cellule sono liberati dalle epididimo nei vasi deferenti, in cui si mescolano con liquido seminale per formare lo sperma, che uscirà nella vagina femminile durante l'eiaculazione.

  • Il pene e scroto sono due importanti parti del sistema riproduttivo maschile.
  • Il sistema riproduttivo maschile ha parti esterne e interne.