Qual è il rapporto tra corticosteroidi e infezione?

I corticosteroidi sono una classe di farmaci che vengono spesso utilizzati per il trattamento di malattie che causano infiammazione, come l'asma, alcune allergie e l'artrite reumatoide. Uno degli effetti collaterali di corticosteroidi è che i farmaci sopprimono anche il sistema immunitario del corpo, che può rendere più facile ottenere un'infezione. Anche se alcuni studi hanno dimostrato che esiste un legame tra corticosteroidi e l'infezione, non tutti i pazienti di prendere i farmaci si svilupperà un'infezione. I medici di solito consigliano ai pazienti che una maggiore probabilità di infezione è uno dei rischi di corticosteroidi, però.

Ghiandole surrenali umani si trovano sopra i reni. Le ghiandole surrenali funzionano con la ghiandola pituitaria e una zona del cervello chiamata ipotalamo a produrre alcuni ormoni. Due di questi ormoni, idrocortisone e corticosterone, giocano un ruolo nel sopprimere l'infiammazione nel corpo e regolazione del sistema immunitario. Farmaci contenenti corticosteroidi imitano gli effetti di questi ormoni. Per aumentare i livelli di ormoni nel corpo, infiammazione può essere meglio soppressa.

Il rapporto tra corticosteroidi e infezione esiste indipendentemente da come il paziente riceve il farmaco. Per alcune condizioni, il metodo migliore di consegna è una pillola o liquido che il paziente prende oralmente. I corticosteroidi possono essere iniettati, o il paziente può essere dato un unguento da applicare sulla pelle. I pazienti con asma o allergie possono ricevere un inalatore o uno spray nasale. Il medico deciderà qual è il metodo migliore per condizione specifica del paziente.

Anche se è chiaro che c'è un legame tra corticosteroidi e l'infezione, il farmaco da solo non può essere imputato in tutti i casi. Molte delle condizioni per le quali i farmaci vengono prescritti anche mettere i pazienti a rischio di infezione. Ad esempio, i pazienti con malattia polmonare cronica ostruttiva (BPCO) sono a maggior rischio di polmonite, anche se non ricevono corticosteroidi, rispetto a quelli senza BPCO. Sebbene corticosteroidi per via inalatoria possono funzionare bene per alleviare i sintomi della BPCO, questi farmaci aumentano il rischio di sviluppare una polmonite.

I pazienti dovrebbero discutere i potenziali rischi e benefici di qualsiasi farmaco con il proprio medico prima di iniziare un nuovo farmaco. E 'anche importante che il paziente dice il suo medico su eventuali altri farmaci che lui o lei sta prendendo. Nonostante il legame tra corticosteroidi e infezione, corticosteroidi può essere la scelta migliore per le condizioni del paziente. La decisione è più fatta da un paziente informato e un medico che conosce la storia clinica del paziente.

  • Il medico del paziente deciderà quale forma di terapia con corticosteroidi è giusto per lui o lei.
  • Corticosteroidi per via inalatoria sono di solito prese con un inalatore predosato.