Identificazione software della stampante 3D e calibrazione macchina

La catena software per una stampante RepRap 3D inizia con i prodotti utilizzati per creare e preparare il modello 3D virtuale per la stampa. Tuttavia, una volta che un modello di oggetto è stato creato o ottenuto, il modello deve essere elaborato attraverso diversi passaggi prima che l'oggetto solido viene creato dalla stampante RepRap:

  • Supporto: A differenza granulare sistemi di attacco, estrusori di materie plastiche fuse non possono depositare plastica a mezz'aria e farlo rimanere lì. Per sporgenze e ampie campate, materiale di supporto deve essere aggiunto alla progettazione e successivamente rimosso dopo la stampa.
  • Zattera: A seconda del tipo di piastra materiale e costruire utilizzato, può essere utile aggiungere una zattera o piatta strato stampato che forma una base sulla piastra di generazione per il vostro modello. Come nel caso di sostegno, la zattera viene successivamente rimosso in finitura dell'oggetto.
  • Riempire: Poiché i sistemi di additivi come il RepRap sono influenzate dalla complessità, è possibile definire un oggetto solido come un guscio solido esterno e uno spazio interno che può essere completamente solido (100% di riempimento), vuoto (0% di riempimento) o qualche metà punto in cui uno schema regolare di pareti sottili fornisce supporto con vuoti intervallati. La quantità di volume che include plastica è definito come la sua "Fill" e permette di produrre la stessa stampa oggetto utilizzando molto meno plastica rispetto equivalenti solidi.
  • Affettare: Il modello virtuale viene calcolato come una serie di strati, con ogni fetta poi tradotto in codici che dirigerà la stampante per spostare una distanza particolare durante l'estrusione o meno e poi di nuovo, fino a quel livello è fatto e l'asse z può essere spostato al successivo livello con il processo iniziato di nuovo. Questo codice è chiamato "g-code" e molte affettatrici può aggiungere supporto e zattera elementi automaticamente, insieme a un modello automatico di "riempire" per ridurre la quantità di plastica necessaria per ogni stampa.

Una volta che il modello è stato preparato e affettati, alcuni dettagli finali sono gestite dal software di controllo della stampante. Impostazioni per l'hot-end e la piastra di costruzione riscaldata controllano il fuso viscosità plastica e strato di adesione, mentre il tasso di circolazione dell'estrusore controllerà lo spessore del materiale estruso e la velocità di movimento della stampante. Altri fattori possono essere regolati per un controllo più fine di ogni funzione.