Eid al-Fitr: Concentrandosi su Atti di beneficenza

Alla fine del Ramadan, il mese islamico del digiuno, famiglie rompere il digiuno e celebrano nel corso di un festival di tre giorni chiamata Eid al-Fitr (Eid significa "evento ricorrente," e Fitr significa "rompere"). Il festival è anche noto come HariRaya Puasa nel Sudest asiatico e Seker Bayrami in Turchia. Saluti di "Eid Mubarak!" ("Un Beato Eid!") Riempiono l'aria.

Sebbene festeggiamenti comprendono riunioni di famiglia, vestiti nuovi e banchetti, una forte attenzione rimane sul dare l'elemosina. La carità, specialmente ai poveri e ai bisognosi, è centrale per l'Islam, come rappresentato dal suo inserimento nei cinque pilastri dell'Islam (i principi fondamentali della religione). Un musulmano economicamente autosufficienti è prevista per l'elemosina in un atto chiamato zakat in arabo. Dando alla carità mostra che la fede in Allah è verità e che i beni materiali non controlla la sua vita.

Nell'Islam, questo "carità" non è tanto dando a causa di simpatia per una causa o per una catastrofe. Piuttosto, si tratta di un normale, dare sacrificale (molto simile offerte caritatevoli in chiesa), che - oltre ad aiutare i bisognosi - ribadisce le seguenti idee islamici:

  • Tutto appartiene ad Allah, anche quei beni materiali che la gente pensa di loro proprietà. Sacrificando queste cose per amore di Allah, le persone sono solo dando le cose al loro legittimo proprietario.
  • Nulla deve essere accumulato Society funziona meglio quando le cose -. Tra cui denaro e risorse - scorrono naturalmente. Dando via le cose che non hai bisogno o l'uso, si dà la gente che li possono utilizzare o possono avere bisogno di loro l'opportunità di farlo. In questo modo, si risparmia se stessi da avidità, e si impedisce l'invidia e la gelosia in altri.

L'Islam ha anche sviluppato un altro elemento di carità chiamata waqf. Il waqf è un modo di dotare denaro o terreni da destinare alla manutenzione delle moschee, santuari, scuole, ospedali e altre opere pubbliche in terre musulmane.