Cosa devo fare dopo cateterizzazione cardiaca?

I medici raccomandano che i pazienti astenersi da moderata a intensa attività fisica subito dopo cateterizzazione cardiaca. Mentre i pazienti possono riprendere la maggior parte delle normali attività di circa 48 ore dopo la procedura, gli esperti consigliano che la ripresa di tutte le attività fisiche si verifica dopo due settimane di riposo. A seconda del metodo e del tipo di colorante usato durante la procedura, i pazienti avranno bisogno di bere molti liquidi per un paio di giorni dopo il cateterismo cardiaco. I pazienti devono anche fare molta attenzione per alleviare la pressione sulla zona di inserzione del catetere fino a quando la ferita guarisce completamente. Gli individui che hanno subito cateterizzazione coronarica dovrebbe riferire qualsiasi disagio che sentono in petto, specialmente se avevano precedentemente subito un intervento chirurgico di cuore o ha una storia di malattia cardiaca.

A causa della natura sensibile della procedura, i pazienti si consiglia di evitare qualsiasi sforzo fisico inutile dopo cateterizzazione cardiaca. In generale, i pazienti dovrebbero evitare di guidare, di sollevamento, e salire le scale per circa 48 ore dopo la procedura. I pazienti devono anche evitare di piegare in vita, in quanto può causare complicazioni derivanti dalle variazioni della pressione sanguigna. I pazienti devono anche evitare immergendo i loro corpi in acqua per circa due settimane dopo cateterizzazione cardiaca per evitare ulteriori danni alla ferita; individui fresche da una cateterizzazione coronarica non devono fare il bagno in una vasca da bagno e nuotare.

I medici di solito consigliano ai loro pazienti di aumentare l'assunzione di liquidi per 24 a 72 ore dopo cateterizzazione cardiaca. In questo modo gli organi dei pazienti per scovare il colorante utilizzato per la procedura. Questo orientamento può essere sconsigliata, tuttavia, a seconda della condizione fisica del paziente e dal tipo di colorante usato.

I pazienti devono fare attenzione a non mettere qualsiasi sforzo eccessivo l'area attraverso la quale il catetere è stato inserito. Il sito di cateterizzazione cardiaca deve essere pulito per allontanare l'infezione, ma in un metodo che non pone alcuna pressione sulla ferita. Come regola generale, i pazienti devono tamponare la zona leggermente invece di sfregamento. Inoltre, i pazienti devono tenere una mano sopra la zona di inserimento prima tosse, ride, o qualsiasi comportamento che coinvolge pressione addominale per contrastare la pressione sulla ferita.

Gli esperti consigliano, come in tutte le procedure che coinvolgono il cuore, che i pazienti riferiscono eventuali sensazioni insolite che potrebbero verificarsi dopo cateterizzazione cardiaca. Anche se lieve capogiro e nausea può essere comune a seguito della procedura, possono essere segni di complicanze dovrebbero dimostrare di essere persistente. I pazienti devono anche dire loro medici su eventuali dolori al petto o stanchezza inspiegabile che sperimentano dopo cateterizzazione cardiaca.

  • Gli individui che hanno subito cateterizzazione coronarica dovrebbero riferire qualsiasi disagio che si sentono in petto.