Come un Operations Manager può migliorare Supply Chain Management

La maggior parte delle aziende sanno che la progettazione e il mantenimento di una filiera forte e affidabile è vitale per la redditività e la sopravvivenza a lungo termine. E 'importante per migliorare la gestione della supply chain attraverso una migliore comunicazione, la responsabilità e la gestione delle scorte.

Migliorare la comunicazione

Attraverso moderne tecnologie informatiche, le aziende sono ora in grado di condividere due punti dati critici con i propri fornitori: la domanda effettiva dei clienti e la quantità di scorte disponibili.

Fortunatamente, moderni scanner usati presso i punti di vendita al dettaglio consentono ai fornitori di accedere istantaneamente la domanda dei consumatori. Il tuo negozio locale probabilmente utilizza questo sistema di scansione - per calcolare l'ordine e di facilitare azionari-rifornimento ordini. Cioè, le aziende possono utilizzare questo punto di vendita (POS) informazioni per attivare l'ordinamento di inventario.

Inoltre, se i fornitori possono accedere ai dati POS di una società, si può prevedere quando è probabile che un ordine prima che realmente posizionarlo! La codifica bar di inventario facilita questo monitoraggio costante per tutta la catena di fornitura. Concetti come pianificazione collaborativa, previsione e rifornimento (CPFR) si sforzano di aumentare l'integrazione della supply chain, aumentando la visibilità della domanda in ogni punto della catena di fornitura.

Esternalizzare la gestione del magazzino

Sempre più aziende stanno mettendo la responsabilità della gestione delle scorte sui loro fornitori. Questa pratica, nota come Inventario gestito dal venditore (VMI), è abbastanza comune in grande distribuzione.

Ecco come funziona: Un rivenditore importante dà una certa quantità di spazio sugli scaffali nel suo negozio per un fornitore, che mantiene i suoi prodotti stoccati lì. Armati con i dati POS del dettagliante, il fornitore può rifornire i propri prodotti senza un coinvolgimento diretto da parte del rivenditore. Ciò consente di risparmiare il tempo di rivenditore e denaro perché evita il compito di gestire l'inventario.

VMI richiede fiducia in un fornitore. Per VMI al lavoro, una società deve dare l'accesso dei fornitori di informazioni di vendita in modo da poter rifornire gli scaffali, se necessario. In molti casi, soprattutto di vendita al dettaglio, il fornitore fornisce anche i rivenditori concorrenti. Dato vendite effettive e livelli di inventario, il fornitore potrebbe inavvertitamente fornire dati di vendita al concorso. Così la fiducia e integrità sono condizioni necessarie per un solido rapporto che avvantaggia entrambe le parti.

Inoltre, una società deve avere la certezza che il fornitore sa come gestire in modo efficiente l'inventario. E il fornitore deve avere la capacità tecnica di eseguire VMI. I suoi sistemi e programmi informatici devono essere compatibili con la società partner per consentire lo scambio di informazioni necessarie per eseguire VMI.

Semplificare la catena consolidando spedizioni

Gestire una catena di fornitura può complicarsi rapidamente. Dal punto di vista OEM, i più fornitori Tier 1 che sono coinvolti, più il tempo che qualcuno deve spendere coordinarli. Molte aziende cercano di ridurre al minimo il numero di fornitori che utilizzano.

Ad esempio, considerare la dipendenza di un ristorante distributori alimentari. La joint burger per la strada ha bisogno di molti elementi separati per preparare e servire un pasto composto di un cheeseburger, patatine fritte e bibita. Se il ristorante utilizza un fornitore diverso per ciascun componente, immaginare il traffico di camion per le consegne che avevamo accumulare intorno alla struttura!

Come un Operations Manager può migliorare Supply Chain Management

Nel settore della ristorazione, delle catene di approvvigionamento si basano più su più fornitori con supporto di specialità. All-in-one imprese di fornitura di ristorante sono emerse per semplificare il processo di gestione del materiale per la ristorazione. Questo nuovo Tier 1 fornitore acquista forniture essenziali da fornitori specializzati (ora Tier 2 fornitori) e li consegna in una spedizione al ristorante.

Ridurre la complessità della catena di approvvigionamento facilita il carico di gestione ristorante per mantenere gli ingredienti e le forniture in azione, e, perché meno camion stanno facendo le consegne, questa semplificazione si riduce la congestione del traffico presso l'impianto e il numero di consegne del ristorante deve ricevere.

Un altro metodo per semplificare una catena di fornitura, cross-docking, riduce i livelli di inventario di una società e la necessità di spazio di magazzino. Cross-Docking è un approccio di rete logistica utilizzata per ridurre al minimo i costi di stoccaggio e di ridurre le scorte. Questo è un processo popolare per i grandi dettaglianti e catene di negozi di alimentari.

Come un Operations Manager può migliorare Supply Chain Management

L'OEM mantiene un bacino di trasporto in cui i camion dei fornitori arrivano e parco. I camion vengono scaricati, e invece di mettere l'inventario in un magazzino di stoccaggio, le merci si trovano direttamente sul camion della ditta (o camion di un altro fornitore), che fornisce l'inventario direttamente alla struttura. Il camion di consegna finale può contenere le merci provenienti da più fornitori.

Cross-Docking riduce scorte pipeline e anche la necessità di spazio di magazzino. Funziona in modo simile alla catena di approvvigionamento ristorante semplificata, ma cross-docking lascia il controllo diretto sulle fornitori mani del OEM invece di un fornitore intermediario all-in-one.

Come un Operations Manager può migliorare Supply Chain Management