Come per tracciare istogrammi con i tuoi dati in R

Per avere una più chiara idea visiva di come i dati sono distribuiti all'interno della gamma, è possibile tracciare un istogramma con R. Per fare un istogramma per i dati di distanza in miglia, è sufficiente utilizzare la funzione hist (), in questo modo:

> Cron (auto $ mpg, col = 'grigio')

Si vede che la funzione hist () prima taglia la gamma dei dati in un numero di intervalli, e poi conta il numero di osservazioni in ciascun intervallo. L'altezza barre è proporzionale a tali frequenze. Sul asse y, a trovare i conteggi.

Con il colle argomento, si danno i bar del istogramma un po 'di colore.

Come per tracciare istogrammi con i tuoi dati in R

Come si gioca con interruzioni

R sceglie il numero di intervalli che ritiene più utile per rappresentare i dati, ma si può non essere d'accordo con quello che fa R e scegliere le pause da soli. Per questo, si utilizza l'argomento pause della funzione hist ().

È possibile specificare le interruzioni in un paio di modi diversi:

  • Si può dire R il numero di barre che si desidera nel istogramma dando un singolo numero come argomento. Basta tenere a mente che R sarà ancora decidere se thatâ € s in realtà ragionevole, e cerca di tagliare il campo con bella arrotondata numeri.
  • Si può dire R esattamente dove mettere le pause, dando un vettore con i punti di rottura come valore per l'argomento pause.

Quindi, se si dona € t d'accordo con R e si desidera avere barre che rappresentano gli intervalli di 5 a 15, 15 a 25, e da 25 a 35, si può fare questo con il seguente codice:

> Cron (auto $ mpg, pause = c (5,15,25,35))

Si può anche dare il nome dell'algoritmo R deve utilizzare per determinare il numero di interruzioni come valore per l'argomento pause. Potete trovare ulteriori informazioni su questi algoritmi sulla pagina Aiuto? Hist. Provate a sperimentare con questi algoritmi un po 'per verificare quale funziona meglio.