Come lavorare con scale in un ggplot2 in R

In ggplot2 in R, scale controllano il modo in cui i dati viene mappato al geom. In questo modo, i dati sono mappati per qualcosa che si può vedere (ad esempio, linee, punti, colori, posizione, o forme).

Il pacchetto ggplot2 è molto bravo a selezionare valori di default ragionevoli per le scale. Nella maggior parte dei casi, non c'è bisogno di fare molto per personalizzare le scale. Tuttavia, ggplot2 ha una vasta gamma di funzioni e impostazioni molto sofisticate per dare un controllo capillare sul vostro comportamento di scala e l'aspetto.

Nel seguente esempio, di mappare il mtcars colonna $ cil sia la forma e il colore dei punti. Questo crea due scale separate, ma sovrapposte,: Una forma controlli scala, mentre la seconda scala controlla il colore dei punti:

> Ggplot (mtcars, AES (x = hp, y = mpg)) +
+ Geom_point (AES (forma = fattore (cil), color = fattore (cil)))

Il nome di un default scala al nome della variabile che viene mappata a esso. In questo caso, si associa il fattore (cil) alla scala. Per modificare l'aspetto di una scala, è necessario aggiungere una funzione di scala per vostro diagramma.

La funzione specifica scala di utilizzare dipende dal tipo di scala, ma in questo caso, si dispone di una scala di forma con valori discreti, in modo da utilizzare la funzione scale_shape_discrete (). Hai anche una scala di colori con un valore discreto, in modo da poter controllare che con scale_colour_discrete ().

Per cambiare il nome che compare nella leggenda della trama, è necessario specificare il nome di argomento di queste scale. Ad esempio, modificare il nome della leggenda di "Cilindri" impostando l'argomento name = "Cilindri":

> Ggplot (mtcars, AES (x = hp, y = mpg)) +
+ Geom_point (AES (forma = fattore (cil), color = fattore (cil))) +
+ scale_shape_discrete (name = "Cilindri") +
+ scale_colour_discrete (name = "Cilindri")

Analogamente, per modificare la scala asse x, si utilizzerà scale_x_continuous ().

Come lavorare con scale in un ggplot2 in R