Come lavorare con file e cartelle in R

Sapete come importare i dati in R ed esportare i dati da R. Ora tutto ciò che serve è un'idea di dove i file sono memorizzati con R e come manipolare i file. Ogni sessione di R ha una posizione predefinita sul Systemâ operativo struttura del file € s chiamato la directory di lavoro.

È necessario tenere traccia e deliberatamente la directory di lavoro in ogni sessione R. Se leggere o scrivere file su disco, questo avviene nella directory di lavoro. Se si dona € t impostare la directory di lavoro alla posizione desiderata, è possibile scrivere facilmente i file in un percorso di file indesiderati.

La funzione getwd () ti dice quello che la directory di lavoro corrente è:

> Getwd ()
[1] "F: / git"

Per cambiare la directory di lavoro, utilizzare la funzione setwd (). Assicurati di inserire la directory di lavoro come una stringa di caratteri (racchiuderlo tra virgolette).

Questo esempio mostra come modificare la directory di lavoro a una cartella denominata F: / git / roxygen2:

> Setwd ("F: / git / roxygen2")
> Getwd ()
[1] "F: / git / roxygen2"

Si noti che il separatore tra le cartelle è slash (/), in quanto è su sistemi Linux e Mac. Se si utilizza il sistema operativo Windows, la barra sarà strano, perché youâ € re familiarità con il backslash (\) delle cartelle di Windows. Quando si lavora in Windows, è necessario utilizzare per la barra o la fuga tuoi backslash usando una doppia barra rovesciata (\\). Confrontare il codice seguente:

> Setwd ("F: \\ git \\ stringr")
> Getwd ()
[1] "F: / git / stringr"

R sempre stampare i risultati utilizzando /, ma youâ € re liberi di utilizzare o / o \\ come ti pare.

Per evitare di avere a che fare con il backslash fuga in percorsi di file, è possibile utilizzare la funzione file.path () per la costruzione di percorsi di file che sono corrette, indipendentemente dal sistema operativo si lavora. Questa funzione è un po 'simile a incollare, nel senso che si accoda stringhe di caratteri, salvo che il separatore è sempre corretto, indipendentemente dalle impostazioni nel sistema operativo:

> File.path ("f", "Git", "geometra")
[1] "f: / git / geometra"

Eâ € s spesso conveniente usare file.path () nel fissare la directory di lavoro. Ciò consente di specificare una cascata di lettere di unità ei nomi delle cartelle, e file.path () poi assembla questi in un percorso di file corretto, con il carattere separatore corretto:

> Setwd (file.path ("F:", "Git", "roxygen2"))
> Getwd ()
[1] "F: / git / roxygen2"

È inoltre possibile utilizzare file.path () per specificare percorsi di file che comprendono il nome del file alla fine. È sufficiente aggiungere il nome del file per l'argomento percorso. Ad esempio, il percorso del file Hereâ € s al file README.md nel pacchetto roxygen2 installato in una cartella locale:

> File.path ("F:", "Git", "roxygen2", "roxygen2", "README.md")
[1] "F: /git/roxygen2/roxygen2/README.md"