Come faccio a determinare base dei costi per i fondi comuni?

La base di costo per i fondi comuni di investimento rappresenta il premio che l'investitore ha pagato per acquistare le azioni di un fondo particolare. Gli investitori possono calcolare la base di costo di un fondo comune di vendita di rimborso utilizzando un metodo contabile chiamato il primo metodo FIFO (FIFO). In alternativa, gli investitori possono utilizzare il metodo di identificazione specifica o il metodo del costo medio, anche se le regole per il calcolo dell'importo base di costo ai fini informativi fiscali variano da nazione a nazione.

Molte società di fondi comuni richiedono agli investitori di pagare commissioni noti come i carichi quando le azioni sono acquistati o venduti. Commissioni pagate al momento dell'acquisto sono indicati come i carichi di front-end e nella maggior parte dei paesi gli investitori possono aggiungere questi carichi alla base di costo per i fondi comuni di investimento. Quando un investitore vende una quota, l'investitore detrae il costo del capitale e il carico dal valore di rimborso e riporta la differenza come la plusvalenza imponibile dalla transazione. I prezzi delle quote di fondi comuni di investimento sono determinati dopo il mercato azionario si chiude per il giorno e il prezzo delle azioni dipende dai valori dei titoli che si svolgono all'interno del fondo di chiusura. Di conseguenza, se un investitore acquista un numero di azioni in un fondo particolare in un solo giorno e poi tutte quelle azioni avranno lo stesso prezzo e la stessa base di costo.

Quando un investitore acquista un numero di azioni in un fondo particolare in diversi periodi di tempo, poi ognuno di tali azioni ha una base di costo diverso. Se l'investitore vende poi le azioni a intervalli regolari, l'investitore ha normalmente per calcolare la base di costo delle azioni utilizzando il metodo FIFO. Sotto FIFO, si presume che le azioni prima che un investitore acquista sono le prime azioni che l'investitore vende.

Il metodo di identificazione specifica consente agli investitori di specificare le azioni che vengono riscattate in un particolare momento. Questo significa che un investitore può scegliere di vendere le azioni che sono state acquistate al prezzo più alto, in modo da ridurre al minimo le plusvalenze e le imposte che derivano dal rimborso delle azioni. Il metodo del costo medio comporta sommando il costo totale delle operazioni di acquisto e le spese di carico e dividendo questa somma tra il numero di azioni che l'investitore detiene. Ogni azione ha quindi la stessa base di costo, anche se le plusvalenze derivanti dalla quota redemptionâ € s possono variare se l'investitore vende le quote in diversi punti nel tempo.

Alcune società di fondi comuni vendono i cosiddetti fondi no-load e gli investitori non devono pagare i carichi di acquistare tali azioni. In molti casi, però, gli azionisti senza-carico azioni devono pagare le spese di transazione per l'acquisto di azioni, ma questi sono spese di gestione al contrario di commissioni di vendita e non sono considerati come parte della base di costo per i fondi comuni di investimento. Pertanto, le spese di transazione non sono aggiunte al prezzo di acquisto per il calcolo della base di costo per i fondi comuni di investimento a meno che l'investitore può scrivere queste spese fuori come detrazioni fiscali.

  • Un fondo comune diversificato detiene molte attività sottostanti, ha una gestione professionale, ha minor rischio, e costa soldi per investire in.