Come Do Corti interpretare il diritto legale?

Statuti sono leggi che sono state scritte e approvate dall'organo legislativo all'interno di una giurisdizione. Nonostante tutti gli sforzi sono fatti durante il processo legislativo per creare leggi chiare, legge statutaria deve comunque essere interpretata dai giudici se una parola, termine o frase è vago o aperto a più di una interpretazione. Nei sistemi giudiziari di diritto civile, i tribunali hanno molto poco autorità di interpretare statuti; Tuttavia, nei sistemi giuridici di common law, tribunali sono spesso chiamati ad interpretare o chiarire la legge statutaria. Corti utilizzano una varietà di metodi per farlo, compreso lo scopo e la storia della legislazione, così come la sua conformità con altre leggi o agenzie. Il giudice può anche usare canoni di interpretazione, che sono stati utilizzati fin dai tempi dell'antico sistema giuridico romano.

Quando viene chiamato a interpretare una legge, un giudice cercherà di scopo e la storia della legislazione. Nella maggior parte dei sistemi giudiziari, il processo attraverso il quale viene fatta passare una legislazione è un processo lungo e complicato. Nella maggior parte dei casi, ci sarà una registrazione scritta che segue la normativa dall'inizio alla fine, compresa dibattiti sulla normativa. Un giudice può utilizzare le informazioni acquisite dalla storia statuto per aiutare a determinare quale sia lo scopo della normativa è stata, e applicare che l'interpretazione di tutti i termini ambigui.

Nell'interpretare una legge, un giudice prima attribuire il significato comune e accettato le parole all'interno dello statuto. Un giudice di solito cercare di interpretare la legge statutaria in un modo che non sia in conflitto con le altre leggi o usurpare la competenza di un'altra agenzia. Certo, in alcuni casi, non c'è modo di interpretare lo statuto in modo conforme alla normativa vigente o che non lede la competenza di un'altra agenzia.

Un giudice può anche contare su antichi canoni di costruzione nell'interpretazione legge statutaria. Tre categorie di base di canoni sono utilizzate per interpretare le leggi - deferenza, testuali, e sostanziali. All'interno di ogni categoria sono un certo numero di "canoni", o regole generali, che guidano un giudice come interpretare una legge. Per esempio, uno dei canoni testuali sostiene che quando un elenco di elementi specificamente menzionate una legge allora nulla non sulla lista non è inclusa a meno che la lista è preceduto da una specifica, come pure ", per esempio." Un altro esempio è quello di evitare canonico nella categoria deferenza, che prevede la scelta di interpretazione che non crea problemi costituzionali quando una legge può essere interpretata in più di un modo.

  • Un giudice spesso cerca di interpretare il diritto legale in un modo che non sia in conflitto con le altre leggi.