Che cosa è una teoria endogena della crescita?

Una teoria della crescita endogena è il tipo di teoria sviluppata principalmente da economista Paul Romer e il suo consigliere di dottorato presso l'Università di Chicago, Robert E. Lucas. Si tratta di una risposta alle critiche dei modelli neoclassici di crescita economica che presume che il cambiamento tecnologico è stato determinato in modo esogeno, che porta alla conclusione pessimistica che le politiche governative e di mercato potrebbero fare nulla per aumentare la crescita economica nel lungo periodo. Una teoria della crescita endogena suggerisce che il cambiamento tecnologico è una risposta agli incentivi economici del mercato che possono essere creati e / o colpiti da istituzioni governative o private.

Modelli neoclassici di crescita non potevano rispondere ad alcune domande molto economiche di base, in particolare sulle differenze di crescita economica e la qualità della vita tra i paesi sviluppati e in via di sviluppo. Se il cambiamento tecnologico è stato infatti esogena e liberamente a disposizione di tutti, quindi l'unico modo in cui i paesi ricchi dovrebbero avere tali drammaticamente più alto tenore di vita è se i paesi poveri hanno molto meno capitale e un tasso enorme di ritorno a ulteriori investimenti. Se così fosse, non ci dovrebbero essere i flussi massicci di capitali dai paesi ricchi ai paesi poveri e una parificazione degli standard di vita, ma in realtà, non c'è.

In teoria della crescita endogena, il cambiamento tecnologico è una funzione della produzione di idee. Nuove idee portano a prodotti nuovi e migliori e migliori tecniche di produzione e di qualità superiore merci anziani. Il cambiamento tecnologico può quindi essere aumentata fornendo potere monopolistico attraverso brevetti e copyright per accelerare il ritmo dell'innovazione.

Il secondo modo cambiamento tecnologico può essere aumentata sia attraverso l'investimento in capitale umano, che è la somma di tutta la conoscenza umana di una nazione. Attraverso l'educazione, la formazione e altri investimenti in capitale umano, un paese può aumentare la produttività dei lavoratori e aumentare la crescita economica. Teoria della crescita endogena prevede anche che spillover dagli investimenti in prodotti a valore aggiunto e la conoscenza sarà per sé una forma di progresso tecnologico e di portare ad una maggiore crescita.

Ci sono diverse implicazioni politiche della teoria della crescita endogena. In primo luogo è la conclusione che la politica e le istituzioni sono importanti e possono avere un effetto sulla crescita. Invece di paesi dover aspettare esogena progresso tecnologico che si verifichi o essere limitata a un aumento a breve termine della crescita che derivano dagli aumenti politica indotta nel tasso di risparmio, teoria della crescita endogena suggerisce che il governo e le politiche del settore privato possono avere un effetto sul lungo crescita-termine.

Un paese povero con poco capitale umano non può diventare ricco semplicemente acquisendo il capitale più fisico, così gli investimenti nella conoscenza umana attraverso programmi di istruzione e di formazione dei lavoratori è una chiave per raggiungere la crescita. Allo stesso modo, le politiche governative che aumentano l'incentivo ad innovare anche può portare a più alti tassi di crescita. Queste politiche potrebbero includere cose come le sovvenzioni per la ricerca e lo sviluppo e il rafforzamento della protezione della proprietà intellettuale.

  • In teoria della crescita endogena, il cambiamento tecnologico è una funzione della produzione di idee.