Che cosa è un messaggio attivo?

Un messaggio attivo (AM) è un tipo di comunicazione tra processi utilizzati nel calcolo, per cui subroutine o una funzione di un programma per computer possono essere eseguite da un computer completamente diverso da quello in cui risiede. Questo tipo di messaggio è di un formato tale fondamentale che consente una maggiore utilizzo della larghezza di banda della rete tramite protocolli standard di Internet (IP). E 'anche considerato un sistema di messaggi asincrono, in quanto averla eseguita immediatamente invece di attesa di un particolare momento per la sincronizzazione con il programma.

Con il modello di comunicazione messaggistica attiva, gran parte del lavoro avviene a livello hardware in cui l'hardware interagisce con i driver del sistema operativo. Essendo che il livello inferiore è normalmente riservato per attività del sistema operativo, i messaggi sono costruiti in modo tale che essi siano in grado di portare istruzioni per accedere una sequenza di funzioni utente di livello superiore. All'interno l'intestazione di un AM è l'indirizzo di ciò che è indicato come un gestore. Il gestore è un'istruzione specifica a livello utente che consente il corpo del messaggio da elaborare da un calcolo che attraversa il processore. Il corpo di un messaggio attivo, allora, è l'argomento della funzione, ovvero i dati che il calcolo deve agire.

Data la natura essenziale di costruzione di un messaggio attivo, è in grado di passare sopra protocolli di comunicazione di rete IP esistenti. La differenza principale, tuttavia, è che venga dato seguito immediatamente al ricevimento, al contrario di richiedere un metodo di consegna a più fasi, inviare, di aver ricevuto,. In questo modo, un messaggio attivo ritiene rete semplicemente un tubo aperto per attraversamento. Le uniche limitazioni sono quelle della rete fisica, in cui la distanza tra i nodi può fattore di latenza dei messaggi.

Il modo in cui un sistema di messaggio attivo funziona è un mittente riempiendo la rete con messaggi. Non vi è alcun buffer sul lato di ricezione, la cui risposta soltanto ad un AM è interrompere brevemente il suo calcolo per il gestore del messaggio, afferrare il messaggio dalla rete e proseguire sulla sua attività. L'unica volta che il messaggio di buffer si verifica è sulla fine del mittente, in cui i messaggi vengono trattenuti sulla base se la rete sta raggiungendo i suoi limiti. Un metodo di polling mantiene sotto controllo la rete in modo che il sistema sa quando iniettare più messaggi. Messaggi attivi consentono di conseguenza, per la continua sovrapposizione di messaggi inviati con i calcoli che si verificano su macchine remote, così come mantenere tutti loro coordinati.

Mentre il metodo messaggio attivo può essere semplice in natura, si trova ad affrontare alcuni problemi per quanto riguarda l'attuazione. Anche se sono di tale costruzione primitiva, i driver di interfaccia progettati su misura sono spesso necessari per gestire i messaggi in un sistema informatico. I messaggi attivi sono anche progettati per operare tra i nodi di computer che sono tutti eseguono lo stesso programma. In questo modo, le istruzioni inviate e ricevute sono specifici per il programma già in esecuzione sul computer di destinazione.

A causa della loro natura, i messaggi attivi hanno trovato largo uso in ambienti di elaborazione paralleli, come unico processo, di dati più applicazioni (SPMD). Questi programmi eseguiti su grandi reti di sistemi di computer in cui vengono utilizzati i messaggi attivi per il passaggio di istruzioni e dati tra le macchine. Tali sistemi distribuiti utilizzano il metodo per elaborare in modo efficiente grandi quantità di dati che altrimenti troppo lungo su una singola macchina.