Che cosa è un epifisario Frattura?

Una frattura ad una delle estremità di un osso lungo in un bambino crescente coinvolgono la sua piastra di crescita è noto come fratture epifisarie. Dischi di cartilagine vicino ad ogni estremità di un osso lungo immatura consentono l'osso a crescere. Queste aree di tessuto che cresce, note come placche epifisarie, induriscono come un bambino matura all'età adulta. Le placche di crescita nelle ossa sono le aree più deboli della struttura scheletrica e sono inclini a lesioni chiamati fratture. Questo tipo di frattura è talvolta indicato come una frattura Salter o una frattura Salter Harris.

L'albero di un osso è denominato diafisi mentre la porzione arrotondata alle estremità è chiamato l'epifisi. Tra queste due aree si trova una svasatura dell'osso a ciascuna estremità chiamato metafisi. Una piastra epifisaria si trova tra l'epifisi e metafisi a ciascuna estremità di un osso lungo. A seconda di quali parti delle ossa sono rotte, una frattura epifisaria può essere classificato come uno dei cinque o sei tipi di fratture.

Le fratture di tipo I comportano la completa separazione della epifisi della metafisi. La rottura passa attraverso la piastra epifisaria, che rimane attaccato alla epifisi. Tale frattura richiede tipicamente immobilizzazione e talvolta richiede riposizionamento delle parti ossee se c'è un significativo spostamento. Supponendo vi è alcuna interruzione della fornitura di sangue alla piastra epifisaria, è probabile che l'osso crescerà normalmente.

Le fratture attraverso la piastra di crescita e metafisi, ma che non comportano l'epifisi sono classificati come fratture di tipo II. Questi sono il tipo più comune di frattura epifisaria. Con l'immobilizzazione e di riposo, e il riposizionamento della piastra ossea o la crescita, se necessario, la frattura guarisce tipicamente e rinforza nel tempo.

Una frattura più raro, in cui parte della targa epifisi e la crescita sono separati dalla metafisi è classificato come una frattura epifisi tipo III. Gli adolescenti hanno più probabilità di soffrire di questa lesione. Di solito si verifica in corrispondenza dell'estremità inferiore della tibia, che è una delle ossa lunghe, ubicata nella parte inferiore della gamba. La chirurgia è talvolta necessario per questo più grave tipo di frattura. Eppure, se l'apporto di sangue è mantenuto alla parte separata della epifisi, possibilità di normale crescita delle ossa sono ancora buone.

Le fratture di tipo IV attraversano l'epifisi, la piastra epifisaria, e nella metafisi. La chirurgia è di solito necessario per questo molto grave pregiudizio per allineare perfettamente i pezzi ossei. Se questo allineamento non viene mantenuta perfettamente durante il recupero, le prospettive per la crescita ossea corretta è scarsa.

Fratture compressione della piastra epifisaria sono rari e generalmente comportano schiacciamento dell'estremità dell'osso e la piastra di crescita. Questa lesione, classificato come una frattura epiphyseal tipo V, è associato ad una prognosi infausta, più tipicamente conseguente arresto della crescita prematura della crescita. È difficile rilevare e rimane spesso non diagnosticata fino un disturbo in crescita normale diventa evidente. Tali fratture in genere richiedono il trattamento chirurgico e spesso richiedono un intervento chirurgico correttivo in seguito pure.

Alcuni sistemi di classificazione aggiungono una frattura di tipo VI, epifisi, in cui parte della epifisi, piastra epifisaria, e metafisi sono completamente mancanti. Tali fratture sono solitamente il risultato di un trauma come un incidente con macchinari pesanti tiro ferita pistola, e così via. Come con fratture di tipo V, queste fratture di solito richiedono un trattamento chirurgico e chirurgia ricostruttiva in seguito. Inoltre di solito provocano crescita stentata.

La diagnosi di una frattura epifisi non è sempre semplice. Dopo l'esame di un paziente, un medico di solito ordina una radiografia della zona interessata. Un secondo raggi x un'area paragonabile che non è ferito, come l'altro gomito ad esempio, può anche essere ordinato per scopi di confronto. Nei casi in cui i risultati di tali raggi X sono insufficienti, ulteriori immagini può essere richiesto ad esempio la tomografia computerizzata o risonanza magnetica.

  • La porzione arrotondata su ciascuna estremità di un osso lungo è chiamato l'epifisi.
  • Fratture epifisarie trovano comunemente nella estremità inferiore della tibia.
  • Fratture epifisarie verificano alla fine delle ossa lunghe per bambini e guarire nel tempo.