Che cosa è un chimico organico?

Un chimico organico, indicato anche come un composto organico, è definito come in costruzione di molecole che possiedono atomi di carbonio. In particolare, si compone di atomi di carbonio attaccati ad atomi di idrogeno, insieme con una varietà di altri elementi di gruppi funzionali, come ossigeno, azoto, zolfo, ecc Di solito, un chimico organico è legato covalentemente, il che significa che gli elettroni sono condivisi tra atomi . Questa caratteristica è il motivo chimici organici possono essere strutturati in una varietà di lunghe catene e anelli e formano legami con la grande stabilità.

Come suggerisce il nome, esiste un chimico organico naturalmente, anche se in una grande varietà di combinazioni. In realtà, si verificano in tutti gli organismi viventi e formano il nucleo di tutti i processi biologici. Tuttavia, i composti organici disciplinano anche numerose reazioni chimiche organiche. Due delle reazioni che si verificano sono semplici combustione e saponificazione, o l'idrolisi di grassi per fare sapone. Tuttavia, alcune reazioni possono anche produrre nuove sostanze organiche, compresi quelli utilizzati per rendere farmaci sintetici e le materie prime necessarie per la produzione di vari beni di consumo.

Mentre lo studio della chimica organica è aumentata di avviare reazioni organiche di fuori degli organismi viventi (in vitro e la sintesi di nuove sostanze chimiche, il campo ha avuto inizio modesto. Infatti, fino alla metà del 19 ° secolo, gli scienziati credevano che la "forza vitale "di composti organici non possono essere duplicati da materiale senza vita. Tuttavia, questo modo di pensare ha cominciato a cambiare quando chimico Friedrich Wöhler prodotto urea da cianato ammonio nel 1828, la prima nota di sintesi di una sostanza chimica organica da una fonte non biologico. Con la 1890, la nascita dell'industria farmaceutica è stata celebrata con la produzione di aspirina da acido acetilsalicilico da un farmaco tedesca e tintura società denominata Bayer.

Oggi, composti organici sono generalmente classificato sia naturale o sintetico, anche se esistono anche sottoclassificazioni. Composti organici naturali sono derivati ​​da organismi viventi, cioè, piante o animali. Essi includono molte vitamine, carboidrati, grassi, aminoacidi, enzimi, e alcaloidi. Composti organici sintetici sono prodotte per reazione chimica, se il materiale originale avviene naturalmente o meno. Oltre ai materiali artificiali, come plastica, esempi di composti inorganici includono ossidi, solfuri, e minerali.

Poiché esistono prodotti chimici organici in tutti gli esseri viventi, può sembrare paradossale che la Terra è composto principalmente di materiali inorganici. La crosta del pianeta, per esempio, contiene soprattutto ossidi, che sono considerati inorganica anche se contengono atomi di carbonio. Esistono altri composti a base di carbonio in natura, ma sono ancora definiti inorganico. Alcuni esempi includono cabonates (sali) e allotropi carbonio (diamanti e grafite).

  • L'azoto può legare con atomi di carbonio e di idrogeno per formare un chimico organico.