Che cosa è un agente di imaging?

Il colorante fluorescente che viene comunemente utilizzato nelle procedure di imaging oncologia per evidenziare crescite anomale è noto come agente di imaging. Diversi agenti di imaging del cancro sono progettati per colpire i tumori in base ai modelli di crescita insolite e le esigenze metaboliche della massa maligna. Alcuni agenti non solo distinguere tra le cellule sane e tumorali, ma anche tra i diversi tipi di cancro. Utilizzando un agente di imaging, oncologi possono fare diagnosi, monitorare i regimi di trattamento, e valutare l'estensione della metastasi.

I pazienti spesso ricevono un agente di imaging radiofarmaco prima di sottoporsi tomografia computerizzata (CT), la risonanza magnetica (MRI), o la tomografia a emissione di positroni (PET) procedure. Tecnici di radiologia amministrare l'agente per via orale, per via endovenosa o per clistere. A seconda della parte o la struttura del corpo da visualizzare, pazienti potrebbero anche ricevere un agente di imaging attraverso un'arteria o all'interno di una cavità del corpo specifica. Le sostanze sono tipicamente eliminati dai reni nell'urina o l'evacuazione dei rifiuti fecali. I pazienti di solito ricevono istruzioni procedure post che consiglia di aumentare l'assunzione di liquidi per accelerare il processo di eliminazione.

Agenti di imaging I primi non solo interessati e evidenziati i tumori, ma passarono dalla massa dopo si è verificato il danno cellulare o la morte. L'agente di imaging ha continuato a fluorescenza, illuminando un percorso ad altre aree. Gli scienziati ideato diversi composti che fluorescenti solo mentre in una cellula vivente e che si fermano dopo aver lasciato morti o morenti cellule. Una di queste formulazioni successive include boro-dipyrromethene, spesso chiamato BODIPY, che reagisce solo mentre all'interno delle cellule viventi. Gli scienziati ulteriormente modificati sostanza allegando alcune molecole che miravano a colpire i tumori specifici, consentendo di illuminare BODIPY tumori al seno con il (fattore di crescita epidermico umano receptor2) proteina HER-2.

Oncologi spesso usano l'agente di imaging chiamato 18F-fluorodesossiglucosio (18F FDG) per il rilevamento di massa maligna. Le cellule tumorali crescono e si riproducono a ritmi accelerati rispetto al tessuto normale, che significa che hanno un più alto tasso di consumo di nutrizione. Il composto 18F FDG contiene una molecola di zucchero che le cellule tumorali assorbono rapidamente per soddisfare esigenze nutrizionali. Il composto fluorescente non però efficacemente illuminare crescita cellulare maligna nel tessuto osseo. Invece, sodio fluoruro 18 (18 NaF) è utilizzato per produrre illuminazione in tessuto osseo, e oncologi spesso combinano questo agente con 18F FDG per visualizzare la presenza di tumori nei tessuti molli e ossei.

Composti fluorescenti possono anche essere utilizzati per monitorare la crescita tumorale analizzando lo sviluppo di strutture vascolari e intorno tessuto maligno. Utilizzando vascolare fattore di crescita endoteliale (VEGF), una proteina comune a tutti i tessuti maligni, i medici monitorare lo sviluppo dei vasi sanguigni creati dal tumore. Radiologi possono anche utilizzare alcuni composti per identificare i tumori e determinare il trattamento. L'agente di imaging 18F-fluoromisonidazole (FMISO), rileva i tessuti che hanno ridotto i livelli di ossigeno. Questi tumori hanno generalmente una scarsa risposta alla chemioterapia o radiazioni.

  • Agenti di imaging evidenziare alcune parti del corpo durante la scansione CT.