Che cosa è potere contrattuale?

Il potere contrattuale è la capacità dei consumatori o acquirenti di avere un certo grado di influenza sul livello dei prezzi che sono richiesti per i vari prodotti o servizi. Il termine è usato anche in situazioni di lavoro, e si riferisce alla capacità di un potenziale dipendente di contrattare per migliorare i salari di lavoro e benefici basati sul suo valore percepito al datore di lavoro. Il grado di potere di contrattazione presente dipenderà molto dal numero di opzioni aperte per i consumatori, o il numero e la qualità dei futuri dipendenti che sono in competizione per la stessa posizione.

In un ambiente dove entrambe le parti hanno il potere più o meno uguale di contrattazione, la possibilità di negoziare una risoluzione che sia accettabile per entrambe le parti è di solito molto più facile da realizzare. Qualora l'equilibrio di potere non essere uguali, una delle parti avrà un deciso vantaggio sugli altri, ed essere in una posizione molto migliore per dettare le condizioni. Come risultato, la parte con minore potere contrattuale spesso deve accontentarsi di meno di quello che lui o lei desidera, al fine di ricevere alcun beneficio dalla transazione.

Ad esempio, in situazioni in cui ci sono relativamente pochi i fornitori di un bene o servizio, e ogni fornitore vende merce a prezzi molto simili a quelli venduti dai suoi concorrenti, questo è visto come una disparità di potere contrattuale. Il consumatore ha poche possibilità di richiedere tassi più bassi, dal momento che i concorrenti hanno fissato i prezzi per rispecchiare l'un l'altro. In questo scenario, il consumatore ha solo due opzioni reali: pagare i prezzi fissati dagli enti che monopolizzano il mercato, o rinunciano acquistando la merce del tutto. Quando tali prodotti sono considerati essenziali piuttosto che beni di lusso, scegliendo di non fare un acquisto può essere estremamente difficile.

All'estremo opposto, le situazioni in cui la maggior parte del potere di contrattazione riposa con i consumatori possono guidare rapidamente i costi, al punto che alcuni fornitori non sono più in grado di fornire beni e servizi e generare abbastanza ritorno per rimanere in attività. Come più fornitori falliscono, questo lascia consumatori con poche scelte, e può infine portare alla creazione di un monopolio. A quel punto, la disuguaglianza in turni potere contrattuale da parte del consumatore ai pochi altri fornitori, che ora possono impostare i prezzi a un livello che assicura profitti considerevoli, con poco timore di una nuova concorrenza strisciante nel mercato.

Con situazioni occupazionali, il grado di potere contrattuale presenti dipende dalle circostanze pertinenti alla situazione. In una piccola città dove due o tre datori di lavoro dominano, potenziali dipendenti devono competere per le posizioni limitate che possono offrire una compensazione che è molto simile da un datore di lavoro all'altro, indipendentemente dai talenti e capacità che il dipendente ha da offrire. Al contrario, un dipendente che sta cercando una posizione in un mercato del lavoro dove ci sono molti datori di lavoro che hanno bisogno di manodopera qualificata, si trova molte più possibilità di cercare e ricevere salari e benefici che sono progettati per attirare le persone che offrono le capacità desiderate. Spesso, il dipendente è in grado di prendere in considerazione diverse offerte di lavoro differenti, selezionare quella che lui o lei si sente offre i maggiori benefici in tutto.