Che cosa è la teoria dell'informazione sociale Processing?

I sociologi concordano sul fatto che l'avvento di Internet ha permesso alle persone di essere in contatto con gli altri che non avrebbero probabilmente hanno incontrato in altre circostanze a causa della distanza geografica o stato percepito "out-group". La teoria dell'informazione sociale Processing è un modello che è stato sviluppato per spiegare la natura di queste interazioni. Secondo questa teoria, le persone sono motivate a sviluppare relazioni interpersonali, indipendentemente dal mezzo e svilupperanno strategie per superare l'apparente mancanza di segnali non verbali tipicamente presenti nella comunicazione basata su Internet. Questa teoria contrasta altri modelli che suggeriscono i cavi di comunicazione mediate dal computer alla spersonalizzazione.

La teoria Informazione Sociale Processing esamina la natura delle relazioni online formate attraverso il lavoro, la scuola o ambienti sociali. La ricerca che sostiene questa teoria indica che, anche se il contatto iniziale tra gli individui è task-oriented, come ad esempio nel caso di un progetto di gruppo online per la scuola, i membri potranno nel tempo anche a sviluppare i legami sociali. Questi legami possono richiedere più tempo per sviluppare di relazioni offline, ma alcune ricerche indicano che il legame emotivo e sociale risultante non è meno significativo.

In faccia a faccia interazioni, persone intuitivamente fare giudizi su di loro attraverso segnali non verbali, come il linguaggio del corpo, il tono della voce, e anche abbigliamento o aspetto personale. Naturalmente, in interazioni online, queste particolari segnali non verbali non sono presenti, così altre strategie sono sviluppate. Su Internet, fattori quali la scelta delle parole, la frequenza di comunicazione, emoticon, ecc, forniscono indizi per la natura di una relazione e di aiutare le persone a sviluppare amicizie.

Relazioni online, secondo la teoria Informazione Sociale Processing, possono coinvolgere anche i livelli più elevati di self-disclosure di relazioni offline. Ad esempio, una persona potrebbe dire informazioni molto emotivamente significative circa la morte di un coniuge su Internet, mentre lui o lei potrebbe essere meno inclini a farlo offline. Una ragione è che anonimi, relazioni online sono a basso rischio; se qualcosa va storto in un rapporto on-line, è meno suscettibile di incidere la vita non in linea della persona. In secondo luogo, le persone possono comunicare ulteriori informazioni su Internet per facilitare la crescita di rapporti, in assenza di segnali non verbali. Questo è noto come "hyperpersonalization".

I critici della teoria Informazione Sociale Processing sostengono che l'anonimato della comunicazione mediata dal computer porta le persone a spersonalizzare se stessi e gli altri. Chiunque abbia visto "trolling" - fare commenti inappropriati o offensivi su Internet semplicemente per il gusto di essere inadeguato o offensivo - può attestare il fatto che questo può e deve accadere. Alcune ricerche indicano anche che le persone non fanno automaticamente le relazioni on-line, ma che il loro atteggiamento verso il medium determinerà il livello di rapporto di formato. Qualcuno che è scettico sulla comunicazione mediata dal computer, non sarà naturalmente la stessa probabilità di formare legami su Internet come qualcuno che ha un atteggiamento favorevole verso di esso.

  • Le persone con compromissione sociale tendono a perdere segnali sociali che gli altri raccolgono su.
  • In faccia a faccia interazioni, persone intuitivamente fare giudizi su di loro attraverso segnali non verbali, come il linguaggio del corpo, l'abbigliamento o l'aspetto personale.