Che cosa è la selezione artificiale?

Selezione artificiale è un termine scientifico usato per descrivere l'allevamento di piante e animali per i tratti desiderabili e non necessariamente quelli che permetterebbe la prole a sopravvivere meglio in natura. E 'noto anche come allevamento selettivo e la selezione innaturale. Il processo può essere considerato l'antitesi della selezione naturale.

Il processo di selezione artificiale è relativamente facile da realizzare. Una pianta o un animale specifico viene scelto perché ha una caratteristica genetica ereditabile specifica che l'allevatore vuole. La pianta o un animale viene poi allevati con un altro di questo tipo con una caratteristica simile, con conseguente prole con un potenziale più elevato per visualizzare il tratto specifico. Questo ciclo può essere ripetuto con la prole finché il tratto specifico si ottiene al livello desiderato.

Prole Inbred sono uno dei potenziali pericoli di troppa selezione artificiale. Alcuni tratti sono così rari che possono esistere solo in una o due righe di famiglia. Se il tratto è recessivo, due membri della stessa linea (parenti) possono avere per essere allevati insieme in modo che il tratto sia visibile (espresso). Negli animali, questo può portare a difetti genetici e di altri gravi problemi.

I risultati della selezione artificiale sono facili da vedere. Il ciclo di addomesticamento di cani (canini) vengono allevati dai loro proprietari per sottolineare i tratti meno aggressivi è andato avanti per migliaia di anni, e ha portato a centinaia di razze diverse che sembrano quasi nulla come i loro antenati lupi grigi. Bovini da latte sono allevati nella speranza di produrre più latte, ma alcune linee ora soffrono di un aumento di infezioni e problemi di fertilità. Gatti persiani che vengono allevati per visi estremamente piane spesso sviluppare problemi respiratori e possono avere difficoltà a mangiare. Tutte le caratteristiche elencate che sono allevati per non aiutano gli animali a sopravvivere in natura, ma li rendono più desiderabile per i loro proprietari.

Charles Darwin utilizzato la selezione artificiale termine due volte nel suo libro, L'origine delle specie. Nel primo riferimento, ha scritto delle cose complesse e belle crede che gli esseri umani possono creare attraverso il processo. Nel secondo riferimento, ha usato il termine per descrivere le ragioni per le differenze di razze animali in paesi con diversi livelli di sviluppo. Darwin, però, non ha definito chiaramente il termine nel suo libro.

  • Charles Darwin, uno dei primi teorici evolutivi.
  • Caratteri recessivi, come i capelli rossi, sono più facili da mantenere nel corso di generazioni, se la selezione artificiale è in corso.