Che cosa è Inquinamento marino?

Inquinamento marino si riferisce alla contaminazione oceano, in particolare con i rifiuti o sottoprodotti artificiale. Questo è considerato un problema grave per molti ambientalisti, dal momento che può avere effetti negativi e duraturi sull'ecosistema marino globale. Ci sono diversi tipi di inquinamento marino, ognuno dei quali ha il potenziale per danneggiare il delicato equilibrio della vita.

Un certo numero di fonti può generare inquinamento marino. Fonti che scaricano direttamente i rifiuti in acqua sono noti come fonti puntuali. L'inquinamento di origine non-point è più difficile da riconoscere, e quindi più difficile da regolamentare. Questo si verifica quando l'inquinamento proviene da diverse fonti difficili da millimetrica, come i detriti soffiato nell'oceano da raffiche di vento.

Detriti Marine di solito comprende cucciolata plastica scartata dagli esseri umani, intenzionalmente o accidentalmente. Questo inquinamento marino può essere dannoso per la vita marina, come il pesce o delfini. Gli animali possono diventare aggrovigliato in cose come vecchie reti da pesca o sei titolari confezioni di plastica, oppure possono soffocare se vengono intrappolati in un sacchetto di plastica. Se i detriti assomiglia alimentare di un animale, potrebbe anche essere ingerito, e molto probabilmente, l'animale non sarà in grado di digerire.

Garbage e altri detriti marini a volte finisce per coprire le coste delle isole in mezzo a vortici oceanici, che sono grandi in circolazione delle correnti oceaniche. Hawaii, per esempio, è al centro della North Pacific Gyre. A causa della massiccia quantità di detriti trovato qui, è spesso indicato come il Great Pacific Garbage Patch. Una delle principali fonti di rifiuti marini è contenitori che cadono navi, il cui contenuto finiscono sulle coste di tutto il mondo.

Navi e altre imbarcazioni oceaniche sono i principali contributori all'inquinamento marino. La fuoriuscita di petrolio possono danneggiare la vita marina e spesso richiedere mesi o anche anni per ripulire. Questi vasi possono anche introdurre specie non autoctone di animali, piante e microrganismi a nuovi habitat quando scaricano le loro acque di zavorra. Questo può portare a un ecosistema bilanciato come queste nuove specie preda e competono con le specie autoctone della zona.

Navi, grandi barche, e sottomarini sono anche una delle principali fonti di inquinamento acustico negli oceani e nei mari. Poiché il suono viaggia più lontano in acqua di quanto non faccia in aria, rumori come sonar possono viaggiare per chilometri. Questo può causare problemi negli animali che si basano sul rumore per comunicare tra loro o trovare prede.

Tossine, quali i prodotti chimici, alcuni metalli, e dei rifiuti radioattivi, sono un'altra forma di inquinamento marino. Queste sostanze velenose spesso hanno effetti nocivi sulla vita marina e possono accumularsi nei loro corpi. Mercurio, che è un prodotto di scarto di alcuni tipi di impianti, si accumula nei pesci. Tonno bianco e pesce spada con alti livelli di mercurio sono considerati non sicuri da mangiare, soprattutto per le madri che allattano, donna incinta e bambini.

Nutrienti chimici, come l'azoto e il fosforo utilizzati nei fertilizzanti, accidentalmente rilasciati in mare contribuiscono all'inquinamento marino. Questi spesso fanno in corpi d'acqua a causa di scarichi agricoli. Quantità in eccesso di questi tipi di nutrienti possono causare la crescita eccessiva di alghe. Questo processo, noto come eutrofizzazione, può spesso portare a meno ossigeno nell'acqua.

La quantità di ossigeno nell'acqua diminuisce anche l'acqua si riscalda. Questo può accadere quando l'acqua che viene utilizzato come refrigerante da produttori industriali e centrali viene scaricato nei fiumi e oceani. Dal momento che l'acqua più calda contiene meno ossigeno, alcune specie hanno più difficoltà a sopravvivere e possono morire. Questo tipo di inquinamento marino si chiama inquinamento termico.

L'acidificazione degli oceani del mondo è un'altra preoccupazione di molti ambientalisti. L'oceano assorbe naturalmente anidride carbonica, e poiché la quantità di anidride carbonica nell'atmosfera aumenta, l'importo che l'oceano sta assorbendo è in aumento. Il risultato è un livello di pH inferiore oceani, che possono disturbare il delicato ecosistema marino. Molti ricercatori ritengono che le acque più acide possono rendere più difficile per alcuni molluschi per formare i loro gusci. Disappearing barriere coralline sono anche accusati sulla acidificazione degli oceani.

  • Sacchetti di plastica contribuiscono all'inquinamento marino.
  • Boom del petrolio utilizzati per limitare la diffusione di una fuoriuscita di petrolio in mare.
  • Un gruppo di pesci che è morto e galleggiare per il servizio è un tipo di inquinamento marino.
  • I contenitori che cadono navi possono contribuire ad inquinamento marino.
  • Inquinamento marino può essere dannoso per i delfini.