Che cosa è in acciaio al carbonio?

Acciaio al carbonio è una lega metallica che si forma per effetto della combinazione di ferro e carbonio. Acciaio tipicamente è considerata acciaio al carbonio quando le proporzioni di altri microelementi in esso non superino determinate percentuali. Le percentuali massime di solito sono 1,65 per cento per il manganese e il 0,6 per cento per il rame e il silicio. La percentuale di rame deve essere di almeno 0,4 percento. Acciaio che contiene anche quantità di altri elementi, come il nichel, il cromo vanadio superiori o specificate, è chiamato acciaio legato.

I produttori aggiungono carbonio di ferro per consolidare le strutture in esso e rafforzare il metallo risultante. Eâ € s uno degli elementi di lega più convenienti, e alterando la quantità di carbonio cambia le proprietà dell'acciaio. Gli acciai al carbonio possono essere classificati come acciai a basso tenore di carbonio, acciai a medio tenore di carbonio, acciai ad alto tenore di carbonio e acciai ultra-carbonio.

Acciai con bassissime quantità di carbonio, circa 0,05 per cento al 0,3 per cento, sono chiamati acciai a basso tenore di carbonio e sono simili al ferro. Sono molto duttile, che li rende difficili da lavorare. Essi sono utilizzati per fare fogli laminati piatti o strisce di acciaio che vengono utilizzati per creare navi, prodotti di filo, carrozzerie, elettrodomestici, banda stagnata e altro. Acciai a basso tenore di carbonio sono più economici, ma non possono essere modificati dal trattamento termico, ed è per questo che in genere vengono utilizzati per scopi di fabbricazione e rivestimento.

Aumentando il contenuto di carbonio rende l'acciaio al carbonio più duro e più forte ma riduce la Steela saldabilità e duttilità € s, e rende l'acciaio più fragile. Produttori aggiungono anche tracce di altri elementi di lega per acciaio al carbonio che dona € t influenzare le proprietà Steela € s, ma permettono loro di controllare certe qualità dell'acciaio. Tra le qualità interessate sono elasticità, resistenza e durezza dell'acciaio.

Acciai medio-carbonio hanno un più alto contenuto di carbonio di circa 0,3 per cento al 0,6 per cento. Questi sono più facili da lavorare, e alcuni produttori aggiungere un po 'di silicio e manganese all'acciaio per migliorarne la qualità. Questi acciai sono ancora a buon mercato e sono usati per fare le cose come assali, ingranaggi, alberi, le rotaie, tubazioni e raccordi.

Acciai ad alta carbonio sono molto difficili da saldare perché contengono carbonio nell'intervallo 0,6 per cento al 1,0 per cento. Essi hanno anche proporzioni maggiori di manganese, che viene aggiunto per aumentare la temprabilità dell'acciaio. Acciaio alto tenore di carbonio è molto sensibile al calore, e si indurisce facilmente fiamma, che gli permette di essere lavorato in molte forme differenti. Acciai alto tenore di carbonio hanno una maggiore resistenza alla trazione e sono utilizzati per creare prodotti come utensili da taglio, lame, molle e fili ad alta resistenza.

Acciai Ultrahigh-carbonio possiedono carbonio nell'intervallo 1,25 per cento al 2,0 per cento. Eâ € s non possibile il lavoro freddo di questo tipo di acciaio al carbonio, perché è abbastanza fragile. Acciai ad altissima carbonio sono usati per creare componenti che richiedono estrema durezza, come lame, utensili da taglio e pezzi di grandi dimensioni. Essi sono molto sensibili al calore e possiedono buona lavorabilità e resistenza all'usura.

  • Aumentando il contenuto di carbonio può rendere l'acciaio più fragile.
  • Tubi di acciaio al carbonio.