Che cosa è disturbo di spersonalizzazione?

Disturbo depersonalizzazione descrive una condizione in cui l'individuo si sente staccato dal suo corpo. Queste persone soffrono di una percezione alterata della realtà, e possono sentirsi come se non sono una parte del loro corpo o ambiente. Si può sentire come il loro corpo sta cambiando, dissoluzione, o di essere lasciato alle spalle, come se essi sono diventati un osservatore della propria vita.

Conosciuto anche come spersonalizzazione nevrosi, disturbo di spersonalizzazione è considerato uno dei tanti disturbi dissociativi, come etichettato dalla quarta edizione del Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali (DSM-IV). Un disturbo dissociativo è quando la memoria di una persona, l'identità, la percezione e la coscienza diventano scollegati gli uni dagli altri, e di solito è causato da traumi gravi, un intenso livello di conflitto interno, o pensieri e sentimenti che l'individuo si sente è proibito. Nel disturbo depersonalizzazione, è la percezione che diventa sconnesso.

La causa più comune di questo disturbo è l'abuso, sia fisico, mentale o sessuale, ma può anche essere causato da disturbo post-traumatico da stress (PTSD), disturbi di panico, disturbi di personalità borderline, o disturbo acuto da stress. Può anche essere collegato ad un altro disturbo dissociativo preesistente. Farmaci, privazione del sonno, e livelli molto elevati di stress possono anche portare a sintomi del disturbo spersonalizzazione, anche se wouldnâ € t durano a lungo. Affinché la diagnosi da effettuare, i sentimenti della realtà alterata devono essere quasi costante. Sentendosi disconnesso dopo un attacco di panico o un episodio di PTSD non significa che qualcuno è affetto da disturbo di spersonalizzazione.

Diagnosticare questo disturbo è di solito una questione di esclusione. I medici restringere la lista dei possibili disturbi fino disturbo depersonalizzazione è l'unico rimasto. L'uso di questionari diagnostici può aiutare i medici o psicologi di individuare la loro diagnosi di un disturbo dissociazione. Da lì, un altro sondaggio può essere utilizzato per limitare la diagnosi fino al disturbo di spersonalizzazione. Le domande su queste prove di personalità sono aperto, dando i medici la possibilità di saperne di più su un individui sintomi e gravità della malattia, così come la possibilità di determinare eventualmente la causa.

In alcuni casi, il disturbo spersonalizzazione risolverà da solo. Se la condizione è in corso, e dannoso per la vita del paziente, la terapia specializzato può essere raccomandato. La terapia cognitivo-comportamentale o psicodinamica può essere utile; ipnosi è stato utilizzato con successo in molti casi. Il tipo di terapia utilizzata si basa su cui meglio si suite esigenze del paziente.

In aggiunta alla terapia, alcuni pazienti sono prescritti farmaci, come lorezapam o doxepin. Questi farmaci possono includere tranquillanti, antidepressivi, inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina (SSRI). Nessuno farmaco ha dimostrato di essere più efficace rispetto agli altri; come terapia, si tratta di determinare quale farmaco, o la combinazione di farmaci, adatte ad aiutare il paziente.

La maggior parte dei pazienti whohave stato diagnosticato un disturbo di depersonalizzazione farà un pieno recupero. Questo è particolarmente vero se la causa del disturbo è stato collegato a un evento traumatico nel passato del paziente, come terapia può aiutare il paziente ad affrontare questi eventi passati. Alcuni pazienti sperimentano disturbo spersonalizzazione cronica, con episodi che possono verificarsi dopo periodi di stress estremo, ma questi episodi sono gestibili attraverso i farmaci.

  • I medici a volte prescrivono doxepin per i pazienti che hanno disturbo di spersonalizzazione.
  • Un disturbo spersonalizzazione può essere causato da un evento traumatico e PTSD.
  • La privazione del sonno può portare a sintomi di disturbo di spersonalizzazione.
  • L'abuso è una delle più comuni cause di disturbo di spersonalizzazione.
  • In molti casi, i traumi estremi e gli abusi possono contribuire al disturbo di spersonalizzazione.