Amministrazione reti: configurazione Sendmail

Sendmail è probabilmente uno dei programmi più difficili da configurare che potrai mai incontrare. Infatti, il file di configurazione di base, sendmail.cf, è ben lunga oltre mille linee. Non si vuole fare confusione con questo file se si possa evitarlo.

Fortunatamente, non è necessario. Il file di configurazione sendmail.cf viene generato automaticamente da un file molto più breve chiamato sendmail.mc. Questo file contiene le macro speciali che vengono elaborati da un programma chiamato m4. Il programma m4 legge le macro nel file sendmail.mc e li espande per creare il file effettivo sendmail.cf.

Anche così, il file sendmail.mc è lungo qualche centinaio di righe. Configurare Sendmail non è per i deboli di cuore.

È possibile trovare il file sendmail.mc e sendmail.cf nella directory / etc / mail. Prima di modificare questi file, si dovrebbe fare copie di backup dei file correnti. In questo modo, se sbagli la configurazione di posta, è possibile ritornare rapidamente a una configurazione di lavoro da ripristinare le copie di backup.

Dopo aver effettuato le copie di backup, è possibile modificare in modo sicuro sendmail.mc. Al termine, è possibile rigenerare il file sendmail.cf immettendo questi comandi:

cd / etc / mail
m4 sendmail.mc> sendmail.cf
servizio restart sendmail

Il primo comando cambia la directory di lavoro corrente a / etc / mail. Poi, il secondo comando compila il comando sendmail.mc nel comando sendmail.cf. Infine, il terzo comando riavvia il servizio Sendmail affinché le modifiche abbiano effetto.

È necessario essere consapevoli di due convenzioni strani utilizzati nel file sendmail.mc:

  • Diversamente dalla maggior parte dei file di configurazione, i commenti non iniziano con un cancelletto (#). Invece, iniziano con le lettere dnl.
  • Le stringhe sono espresse in un modo insolito. Invece di virgolette regolari o apostrofi, stringhe devono iniziare con una backquote (`), che si trova a fianco della cifra 1 sulla tastiera e termina con un apostrofo ('), situato a destra della virgola. Quindi una stringa correttamente citato si presenta così:

MASQUERADE_AS (`mydomain.com ')

Le seguenti sezioni descrivono le modifiche di configurazione comuni che potrebbe essere necessario per far sendmail.mc.

Attivazione connessioni

La configurazione di default permette connessioni solo da localhost. Se volete Sendmail per lavorare come server per altri computer della rete, cercare la seguente riga nel file sendmail.mc:

DAEMON_OPTIONS (`Port-smtp, Addr = 127.0.0.1, Name = MTA ') dnl

Aggiungi dnl # all'inizio di questa linea per renderlo un commento.

Abilitazione mascheramento

Masquerading permette tutta la posta viene inviata dal dominio di apparire come se provenisse dal dominio (per esempio, [email protected]) piuttosto che dai singoli host (come [email protected]). Per abilitare il mascheramento, aggiungere linee simili a queste:

MASQUERADE_AS (`cleaver.net ') dnl
FEATURE (masquerade_envelope) dnl
FEATURE (masquerade_entire_domain) dnl
MASQUERADE_DOMAIN (`cleaver.net ') dnl

Impostazione alias

Un alias - noto anche come utente virtuale - è un indirizzo di posta elettronica in arrivo che viene instradato automaticamente agli utenti locali. Ad esempio, si può decidere di creare un account generico come [email protected] e hanno tutta la posta inviata a tale account consegnato a un utente di nome Willie. Per fare questo, si modifica il file / etc / mail / virtusers. Questo file inizia vuoto. Per creare un utente virtuale, basta elencare l'indirizzo e-mail in arrivo, seguito dal destinatario effettivo.

Ad esempio, ecco un file virtusers che definisce diversi pseudonimi:

[email protected] willie
[email protected] robert
[email protected] robert

Dopo aver apportato le modifiche, è necessario riavviare il servizio Sendmail.