Quanto è efficace Metoclopramide per Allattamento?

La maggior parte dei medici e consulenti per l'allattamento raccomandano che le madri con basso produzione di latte e di madri con bambini adottati o surrogate usare Metoclopramide per l'allattamento. Diversi studi condotti hanno dimostrato livelli significativi di una maggiore produzione di latte e il successo nell'indurre l'allattamento quando si utilizza questo farmaco. Mentre non ogni professionista sanitario ritiene che l'utilizzo Metoclopramide per allattamento è realmente efficace, la convinzione generale è che è utile per aumentare i livelli di ormone prolattina all'interno del corpo, che a sua volta favorisce la produzione di latte.

Utilizzando Metoclopramide per allattamento aiuta prolattina rilascio, che è un ormone essenziale per la produzione di latte. Non vi è alcun dosaggio impostato per utilizzare efficacemente Metoclopramide per l'allattamento; Tuttavia, il dosaggio comune è tipicamente 10mg due a tre volte al giorno. Lo svezzamento fuori della droga è consigliato per alleviare gli effetti collaterali di Metoclopramide e per aiutare il corpo a regolare continuare la produzione di latte senza di essa. Gli effetti collaterali di Metoclopramide comprendono stanchezza, mal di testa, e l'ansia, ma la preoccupazione principale è aumentata probabilità di depressione grave. Anche se la depressione è l'effetto collaterale più comune per le madri che prendono la droga, va in genere via una volta che il farmaco viene interrotto.

La maggior parte dei consulenti per l'allattamento, pediatri e medici credo ci sia almeno qualche beneficio nell'uso Metoclopramide per l'allattamento. Molti studi, compresi quelli riconosciuti dalla American Academy of Pediatrics, hanno mostrato un aumento significativo dell'offerta di latte e nella creazione di produzione di latte. La ricerca condotta ha dimostrato che Metoclopramide aumentato significativamente fornitura in donne con neonati prematuri e le donne con condizioni ormonali come sindrome dell'ovaio policistico (PCOS), che inibiscono fornitura. Le donne che in precedenza non avevano la produzione di latte, come ad esempio le madri adottive, ha visto anche risultati positivi.

Metoclopramide è spesso usato dalle donne che non sono più o non sono mai rilasciati prolattina. Queste donne in genere hanno dato vita, ma non l'ha fatto inizialmente allattare al seno e perso la loro fornitura, o possono hanno adottato bambini o ha avuto una gravidanza surrogata. Metoclopramide incoraggia il cervello a rilasciare la prolattina, e quando combinato con frequenti rimontaggi e fornitura di cura è di solito stabilito. Altri farmaci possono essere introdotte con Metoclopramide per l'allattamento, ma di solito dopo le discussioni con gli operatori sanitari e gli specialisti di lattazione.

Ci sono alcuni medici, pediatri, e consulenti per l'allattamento che non credono che l'utilizzo Metoclopramide per l'allattamento è vantaggioso per una donna che vuole stabilire o aumentare la produzione di latte. Secondo alcuni studi, le donne con bassa produzione di latte che non erano in grado di aumentare la loro offerta con l'aiuto di professionisti e frequenti di cura non ha mostrato alcun aumento reale significativo dopo l'utilizzo Metoclopramide. Questi studi, tuttavia, non notare l'efficacia del farmaco nella creazione di produzione di latte nelle donne che non erano già produrre latte.

  • La stanchezza e mal di testa sono tra gli effetti collaterali più comuni di metoclopramide.