Quali sono alcuni diversi Wine Tasting Termini?

11/20/2010 by admin

Degustazione del vino è un'arte, un piacere, e per alcuni, una professione. Degustatori professionisti guadagnano da vivere valutando vino di qualità, l'invecchiamento potenziale valore commerciale, complessità e carattere. Un palato raffinato e di un ampio vocabolario sono gli strumenti utilizzati per costruire una descrizione del vino con specifici termini di degustazione di vini. Per il consumatore medio, questi termini possono sembrare nient'altro che indecifrabile degustazione gergo.

Quando si tratta di termini di degustazione di vini, la maggior parte di noi pensa di tali descrittori ambigui sul retro etichetta di una bottiglia di vino. Quando si seleziona una bottiglia di vino per l'acquisto, potremmo leggere questa etichetta sperando di decifrare qualche indizio sul fatto che il vino sarebbe di nostro gradimento. Ma spesso siamo lasciati confuso, chiedendosi come una bevanda potuto assaggiare "soft", "jammy," o "piccante". Se e come un vino incarna questi termini di degustazione di vini possono rimanere un mistero per il pubblico in generale. Vi sono, tuttavia, alcuni termini di degustazione di vini che possono essere concordati o, almeno, accettate.

Forse è meglio iniziare con i termini di degustazione di vini che descrivono il processo di degustazione e vino stesso, piuttosto che il gusto attuale del vino. Avremo a che più tardi. Alcuni termini di degustazione di vini descrivono l'atto di osservare il vino. Degustatori "volteggiare" il vino nel bicchiere, che lascia il vino "arieggiare" o "respirare". Questo dovrebbe ammorbidire e migliorare il sapore del vino. Twirling permette anche il degustatore osservare la viscosità del vino. Un vino più viscoso si strascicare lentamente lungo il lato del vetro, creando "gambe" o "lacrime".

Avanti il ​​degustatore sarà l'odore del vino. Alcuni termini di degustazione di vini denotano l'odore del vino, tra cui i termini "naso", "aroma" e "Bouquet". Altri termini indicano come il vino effettivamente odori, come il "fruttato", "brillante", "terroso" e "fresco." Ci sono più specifici termini di degustazione di vini che indicano un odore individuale, chiamato aroma. Aromi comuni sono indicati con i termini "frutta fresca", "frutta secca", "floreale", "vegetale", "minerale", "animali", "burrosa", "piccante", "nocciola", "legnoso" e "miele". Molti di questi termini degustazione di vino può essere utilizzato anche per descrivere il gusto del vino.

I termini di degustazione di vini utilizzati per descrivere il gusto del vino possono essere suddivise in modo simile a quelli utilizzati per guardare e annusare il vino. Ad esempio, uno non basta prendere un sorso, ma piuttosto "sorsi" e "manovre" del vino in giro per la bocca. Manovrando il vino riferisce a spostarlo sull'intera lingua, e poi aspirando aria attraverso il vino per portare il sapore del vino alla parte posteriore della gola.

Quando il vino viene ingerito o sputare, il retrogusto è descritta dai termini "finitura", che indica ciò che si assapora, e "lunghezza", o per quanto tempo il gusto indugia. I sapori "non volatili"; salato, dolce, amaro, acido e salato, dovrebbe essere "equilibrato" e adeguato allo stile del vino. L'acidità del vino può essere descritto con i termini "fresco", "croccante" e "a secco". "Tannin" o "tannico" sono termini di degustazione utilizzati per descrivere la sostanza che ricopre la bocca, e dispone di un amaro, sensazione secca. Altri termini di degustazione di vini come il "peso" e "corpo" indicano anche la sensazione del vino in bocca. Un vino può essere "pesante", "corpo leggero", "medio corpo," o "corposo".

Una volta che le caratteristiche o aspetti del gusto del vino sono stati determinati, veniamo forse la serie più personale di termini di degustazione di vini. Questi sono i sapori specifici che il degustatore rileva nel vino. Dal momento che queste parole indicano i sapori di altre cose, e non si limitano a descrivere il gusto del vino, si può omettere l'uso di citazioni. Questi sapori sono il burro, la terra, ciliegia, caffè, ribes nero, floreale, pepe, limone, pera, erba, arancio, vaniglia, noce, fumo, spezie e minerali. Più unico e, forse, sapori meno appetitosi includono bubblegum, eucalipto, selce, gioco, la benzina, il cuoio, il lievito, catrame, tabacco, e l'urina di gatto, per citarne alcuni.

  • Il vino rosso va servito in un bicchiere grande ovale che permette al vino di "respirare" o "aerare".
  • Un bicchiere di vino rosso.
  • Degustazione di vino può essere una professione per alcuni.
  • Leggendo la parte posteriore di una etichetta di vino potrebbe aprire qualche indizio sul fatto o meno un vino sarà gustoso per noi.

Articoli Correlati