Qual è il modo migliore per affrontare il bullismo a scuola?

Il bullismo a scuola una volta era considerato quasi un diritto di passaggio; la persecuzione dei deboli o studente "diversi" dai suoi colleghi è stato visto come niente di più che una conseguenza della gioventù. Nei tempi moderni, è stato dimostrato che tale pensiero era dannoso. Gli studi dimostrano che la maggior parte dei bulli non sono impegnati in sminuire o comportamenti violenti al fine di nascondere una mancanza di autostima. Nella maggior parte dei casi, il bullo è fiducioso e possiede alta autostima. Invece, lui o lei ha bisogno di dominare gli altri, e tenere i tratti della personalità di alta e bassa aggressività controllo degli impulsi.

Uno studente che sta subendo il bullismo a scuola ha diverse opzioni. Alla prima esperienza del bullismo, il bambino deve prima parlare con i genitori o adulti di fiducia e spiegare la situazione. La cosa migliore che uno studente può imparare è quello di mantenere la calma e composta di fronte a un bullo, come tali individui prosperano sulla creazione di paura e umiliazione. Lo studente può semplicemente dire loro di smettere, e poi a piedi e ignorare il bullo. Questo può essere una tecnica efficace se il confronto è non violenta.

Gli studenti dovrebbero anche rendersi conto che non c'è sicurezza nei numeri. I bulli si prendono con un gruppo meno spesso di quello che sarà un individuo, e quindi è bene per gruppi di amici per stare insieme durante le pause, i periodi di pranzo, su un autobus, o quando si cammina da e verso la scuola. Anche se rappresaglia dovrebbe essere l'ultima risorsa, è il genitore saggio che iscrive il proprio figlio in corsi di auto-difesa. Purtroppo, non ci sono sempre gli adulti presenti per proteggere un bambino che viene violentemente vittima di bullismo dai suoi pari. In un tale scenario, il bambino che sa tecniche di autodifesa efficaci di solito la passeranno meglio di quelli che non lo fanno.

Molti tentativi sono stati fatti per progettare programmi che eliminerebbero il bullismo a scuola. Punire un individuo bullo è quasi mai efficace, e può infatti portare l'autore a diventare vendicativo, rappresaglie con un comportamento ancora più aggressivo e violento. Un impegno contro il bullismo deve essere a livello di scuola. Dovrebbe coinvolgere costante supervisione degli adulti, regole chiare per gli studenti, gli insegnanti e tutto il personale della scuola, il coinvolgimento dei genitori, e una costante, coerente, aumento della consapevolezza.

La ricerca ha dimostrato che quasi la metà di tutti gli studenti esperienze di bullismo in una sola volta o in un altro. Questi bambini possono essere vittime di abusi verbali, abusi fisici, o cyber-bullismo. Così, bullismo a scuola è qualcosa che non può essere tollerato in alcun modo, forma o forma. La paura immediata di essere vittima di bullismo è già abbastanza grave, tuttavia, i risultati di tale trattamento possono essere devastanti e durano fino all'età adulta. I bambini che soffrono di bullismo a scuola sono più probabilità rispetto agli studenti non vittima di bullismo a contemplare il suicidio, e spesso soffrono di depressione, ansia e bassa autostima.

Se un genitore sospetta il loro bambino sta vivendo il bullismo a scuola, si dovrebbe aprire un dialogo con il bambino e incoraggiare una comunicazione aperta. I genitori devono quindi agire immediatamente, imparare il più possibile sulle circostanze e le parti interessate. Il passo successivo per il genitore è quello di contattare i funzionari della scuola, andando a amministratori, membri del consiglio della scuola, o anche la polizia se la facoltà e il personale sembra compiacenti o disinteressato. Il bullismo a scuola non si fermerà da sola, e più comunemente cadrà sulle spalle dei genitori per iniziare la palla a rotazione.

  • Episodi di bullismo devono essere segnalati alle autorità scolastiche.
  • Può essere meglio camminare semplicemente lontano da un bullo.
  • Il bullismo a scuola potrebbe sfociare nella violenza in piena regola.
  • I bambini dovrebbero essere incoraggiati a parlare con i loro genitori o insegnanti se qualcosa non va.
  • Bullismo scolastico comporta spesso violenza fisica.