Qual è il formato Graphics Interchange?

Il Graphics Interchange Format (GIF) è un formato di file del computer utilizzato per le immagini e semplice animazione. È stato sviluppato da CompuServe alla fine del 1980 ed è cresciuto in popolarità con la proliferazione di Internet. GIF è un formato bitmap che supporta fino a 256 colori e una forma di compressione lossless che diminuisce la dimensione del file senza perdita di qualità dell'immagine. GIF è diventato una fonte di polemiche a metà degli anni 1990, quando la società ha cercato di far valere un brevetto software relativo alla raccolta di costi di licenza.

I formati di file dedicati a foto ed immagini, esistono dal computer prima divennero in grado di visualizzarli. Come la tecnologia si è evoluta, nuovi formati sono stati creati per aggiungere nuove funzionalità. Specifiche per il formato di interscambio grafici sono stati rilasciati prima nel 1987 da CompuServe, un provider di servizi Internet degli Stati Uniti. Prima di questo, la maggior parte dei formati di immagine sono stati limitati al bianco e nero e non sono stati ottimizzati per la trasmissione su Internet.

GIF è stato il primo formato di immagine ad essere ampiamente supportato dai browser web, ed è rimasto popolare on-line, nonostante l'introduzione di nuovi formati. Il formato GIF non è particolarmente adatto per le fotografie in quanto può supportare solo 256 colori, ma in grado di fornire sia chiarezza e di efficienza per le immagini più semplici, come le illustrazioni o loghi. La seconda revisione del formato, GIF89a, supporti lucidi. Una caratteristica abbastanza unica del formato di interscambio grafica è il supporto per le animazioni. Immagini GIF multipli possono essere salvati in un unico file e riprodotti in sequenza, molto simile a un rotolo di pellicola in un proiettore cinematografico.

Le immagini create utilizzando il formato di interscambio grafica vengono salvati in quello che è conosciuto come un formato di immagine raster o bitmap. Questo significa che il formato contiene informazioni che descrivono la larghezza e l'altezza dell'immagine e dove i singoli pixel appartengono in quell'immagine. L'altro tipo di formato di immagine, grafica vettoriale, salva le immagini in un formato matematico che descrive come l'immagine deve essere disegnata su uno schermo. Immagini vettoriali, bitmap differenza, possono essere ridimensionate senza perdita di qualità, ma sono molto più computazionalmente intensive.

Come molti dei formati di immagine e file grafici utilizzati sul Web, GIF sono compressi per ridurre le dimensioni del file e consentire la trasmissione veloce su Internet. Alcuni formati, come il formato di Joint Photographic Experts Group (JPEG), utilizzano la compressione lossy, che riduce le dimensioni del file dell'immagine diminuendo la qualità delle immagini. Il formato di interscambio grafica utilizza una forma di compressione lossless chiamato Lempel-Ziv-Welch (LZW), chiamato per i tre uomini che hanno sviluppato la tecnica. Compressione LZW utilizza un algoritmo matematico per comprimere e decomprimere i dati all'interno di un file, ottenendo in tal modo le dimensioni dei file senza alcuna perdita di qualità.

L'uso delle immagini GIF è diventato controverso quando è stato rivelato che il formato è stato oggetto di un brevetto software di proprietà di società di information technology Unisys. Il brevetto non si applicava al formato immagine stessa, solo la compressione LZW che GIF utilizzato. Unisys ha annunciato alla fine del 1994 che si attendeva coloro che utilizzano la compressione LZW, sia per le immagini GIF o altri formati di file, di pagare una tassa di licenza. Alcuni web master temevano la società avrebbe cercato e raccogliere royalties da qualsiasi sito web utilizzando GIF, e il formato Portable Network Graphics (PNG) è stato creato come alternativa senza brevetto. Immagini PNG non è diventato il successo immediato alcuni avevano sperato; nel 2003 il brevetto Unisys su LZW è scaduto, il che significa che entrambi i formati possono essere utilizzati liberamente.