Qual è il ciclo Otto?

Ciclo Otto e motore Otto sono termini comuni usati in modo intercambiabile per rappresentare un motore a combustione interna a quattro tempi come visto sulla maggior parte delle vetture. Il termine nasce dalla inventore del motore originale, Nikolaus Otto. Ha creato un motore che evolvere in massa motore a quattro tempi prodotti per la maggior parte dei veicoli. Esecuzione in uno stato ideale, il motore è destinato a essere termicamente efficiente, il che significa che produce una bassa quantità di calore e rifiuti in proporzione al materiale che consuma. Caratteristiche chiave che definiscono motori a benzina sono l'uso di cilindri e candele per accendere la miscela gassosa che guiderà il veicolo in avanti.

Nel 1862, un uomo di nome Alphonse Beau de Rochas guadagnato un brevetto per l'invenzione del motore a quattro tempi. Aveva le idee e di progettazione per questo, ma non ha mai costruito un motore di lavoro vero e proprio. Inventore tedesco Nikolaus Otto ha iniziato a espandersi su idee Alphonse Beau de Rochas, e 14 anni più tardi, nel 1876 ha montato il primo a quattro tempi motore a combustione interna con l'aiuto di due signore di nome Wilhelm Maybach e Gottlieb Daimler. Il motore originale Otto utilizzato un solo cilindro e più parti sono stati montati all'esterno del motore, che ha causato problemi dovuti alla raccolta di polvere e sporcizia che interferiva con le prestazioni del motore.

Ciò che rende il ciclo Otto speciale è l'uso della combustione interna per alimentarlo. Il motore funziona più liscia rispetto ai motori precedenti, converte l'energia in modo efficiente, e non fallire, ovvero rompere continuamente come spesso facevano tipi di motori precedenti. Il ciclo Otto prevede quattro fasi, che è dove il termine "a quattro tempi" proviene. La prima fase è la fase di aspirazione, in cui l'aria e benzina riempire i cilindri del motore. Successivamente, in fase di compressione, la pressione viene applicata alla miscela gassosa.

La fase successiva, la fase di accensione, è ciò che definisce il ciclo Otto a parte il ciclo diesel. Nella fase di accensione, una scintilla sparato da una candela provoca la miscela di aria e combustibile per accendere e girare le ruote per spingere il veicolo in avanti. Infine nella fase di scarico, il cilindro si apre e rilascia la miscela rimanente attraverso il sistema di scarico del veicolo.

Cicli Diesel sono simili al ciclo Otto perché utilizza anche un ciclo simile di quattro fasi, tuttavia motori diesel utilizzano compressione anziché una scintilla per creare l'esplosione che alimenta il veicolo. Il motore comprime l'aria nel cilindro del motore diesel e aggiunge calore. Combustione di combustibile crea calore nel cilindro e sotto la pressione intensa miscela inizia combustione e costringe il cilindro back up, che a sua volta fa ruotare le ruote del veicolo. Anche se simile, la differenza fondamentale è la mancanza del ciclo diesel di una scintilla che lo differenzia dal ciclo Otto.