Durante la seconda guerra mondiale, cosa era la soluzione finale?

Durante la seconda guerra mondiale, Adolf Hitler orchestrato un piano per sradicare tutti gli ebrei dalla Germania e l'Europa in generale. Con campi di lavoro già in funzione, e pogrom già in atto in tutta la Germania e gli altri paesi europei, la leadership nazista ha incontrato in occasione della Conferenza di Wannsee per discutere su come sradicare finalmente tutto il mondo ebraico europeo, alla fine l'attuazione di un piano che Hitler chiamava "La soluzione finale per il questione ebraica ". L'Olocausto è stata la fase finale di questo piano, anche se non è cominciato lì. Ben prima che i campi di sterminio erano in servizio, gli ebrei sono stati costretti ad affrontare discriminazioni intenso, la violenza, e il lavoro forzato.

Sotto il dominio di Hitler, gli ebrei in Germania erano già sperimentando pratiche repressive e attacchi abusivi. Pogrom - uccisioni di massa e in rivolta volte a ebrei - erano comuni nella Germania nazista e gli ebrei venivano sistematicamente incanalati su posizioni di potere in commercio e la governance. Questi sono stati i primi passi della soluzione finale di Hitler, e anche se lo stesso Hitler non condona pogrom organizzati e caotici, ha fatto poco per fermarli. Come sentimento anti-semita è aumentato in tutta l'Europa, gli ebrei furono costretti in ghetti angusti e sporchi. Questo è stato un altro passo verso la soluzione finale di Hitler.

Con il tempo la leadership nazista incontrato alla Conferenza di Wannsee per discutere la soluzione finale, quasi un milione di ebrei erano già stati uccisi da Einsatzgruppen, o squadre di sterminio nazisti. I loro metodi erano inefficienti, però, così la leadership nazista ha deciso che avevano bisogno di trovare dei modi più efficaci per perpetuare la soluzione finale. Migliaia di ebrei stavano lottando per rimanere in vita di fronte alla fame e alla povertà, sovraffollamento, e aumento della violenza da parte delle forze naziste nei ghetti, ma questo è stato anche un modo inefficiente di sterminare gli ebrei. Gli architetti della Soluzione Finale ha deciso di costringere gli ebrei in campi di lavoro e di sterminio, creando quindi un sistema efficiente sia per sterminare gli ebrei e stimolare l'economia con i lavoratori a basso costo.

Mentre i primi campi di sterminio non sono state costruite fino al 1941, è oggetto di discussione quando Hitler decise il suo piano per sradicare completamente gli ebrei. Poiché la soluzione finale si è svolta in una serie di passaggi a partire dal primi anni 1930, è difficile da individuare quando il piano di Hitler cominciò a venire alla piena fruizione. Indipendentemente da ciò, le fasi finali della soluzione finale hanno avuto luogo nei campi di sterminio con l'uccisione sistematica e costante di ebrei tramite camera a gas, fucilazione, il lavoro forzato, o altri mezzi disumane. Questa fase finale - l'Olocausto stesso e dei campi di sterminio - è ampiamente considerata come la fine del processo, o la cosiddetta soluzione finale. La soluzione finale della questione ebraica è stato sventato dopo che Hitler è stato rovesciato e ai campi di sterminio sono stati liberati, ma non prima che il danno immenso era stato fatto e verso l'alto di sei milioni di ebrei erano stati uccisi.

  • Campi di sterminio erano parte della soluzione finale.
  • I nazisti costretto milioni di ebrei e di altri in campi di sterminio durante la seconda guerra mondiale.
  • Adolph Hitler ha implementato una "soluzione finale" per cercare di sradicare ogni degli ebrei d'Europa.
  • Più di sei milioni di ebrei sono stati uccisi durante l'Olocausto.
  • Scultura di Elie Wiesel, un sopravvissuto all'Olocausto.