Che cosa è una vendita a termine?

04/06/2011 by admin

Una vendita a termine è un tipo di operazione finanziaria che permette un acquirente per l'acquisto di beni specifici con la promessa di ricevere la consegna di tali attività in un determinato momento nel futuro. Lo stesso approccio generale può essere utilizzato anche per creare un acquisto che permette a un investitore di ricevere un flusso costante di entrate da titoli di debito detenuti da un prestatore in cambio per l'acquisto di diritti di tali flussi di reddito. Con ogni approccio in avanti la vendita, l'idea generale è quella di rendere possibile la copertura dei tassi d'interesse o ridurre al minimo il rischio di cambio associato all'attività.

Ci sono diverse caratteristiche che identificano una vendita a termine. Una è che il venditore dei beni fisserà il prezzo ad un livello che è leggermente al di sotto del rientro anticipato. Ad esempio, se l'attività in questione è un prestito, il venditore può offrire una all'acquirente il diritto di acquistare i futuri pagamenti per il prestito a un prezzo che è leggermente inferiore all'importo dei pagamenti effettivi. Questo rende possibile per il venditore di ricevere una somma forfettaria in anticipo e di fornire all'acquirente una serie di pagamenti che possono essere facilmente coperto dal flusso di ricavi dal prestito. In questo modo permette al venditore di fare uso di una maggioranza del saldo del prestito ora piuttosto che fare uso di esso in modo incrementale in quanto i pagamenti sono dati in appalto.

Il concetto di vendita a termine è spesso impiegato quando si tratta di acquisto di materie prime. In questo scenario, un investitore acquista le materie prime, con la garanzia che saranno consegnati in una data specifica nel futuro, e ad un prezzo determinato. Per il venditore, questo approccio consente di fare almeno un rendimento minimo dalle materie prime, non importa quale sia il prezzo corrente di mercato può essere, al momento della consegna. L'acquirente si trova a beneficiare della vendita a termine, se non vi è ragione di credere che le merci saranno un valore superiore al prezzo di acquisto al momento della loro consegna. Questo pone l'acquirente in una posizione di essere in grado di rivendere i prodotti ad un profitto, una volta che lui o lei ha il possesso.

Con quasi ogni strategia di vendita a termine, entrambe le parti beneficiano del regime. I venditori possono godere di ricevere un prezzo che è considerato equo, senza doversi preoccupare di ciò che accadrà con l'attività in futuro. Gli acquirenti possono spesso bloccare prezzi competitivi che rende più facile per guadagnare qualche profitto fuori la transazione una volta che la data di consegna è passata. Di conseguenza, l'approccio in avanti vendita rimane una valida alternativa di investimento che possono nelle giuste circostanze generare una notevole quantità di rendimento per l'acquirente permettendo anche al venditore di fare qualche soldo fuori l'affare.


Articoli Correlati