Che cosa è una telecamera a circuito chiuso?

02/23/2012 by admin

Una telecamera CCTV, o circuito chiuso telecamera, è una tecnologia in cui videocamere in un unico luogo sono collegati ai monitor o schermi televisivi, in una posizione predeterminata. A differenza di trasmissioni televisive e la televisione digitale, che utilizzano radiofoniche e digitali le trasmissioni per fornire immagini non specificamente per molti luoghi, una telecamera a circuito chiuso ha una connessione fissa per i monitor. Il collegamento può essere effettuato tramite cablaggio o una trasmissione radio codificato che viene riorganizzata dal ricevitore. Questa tecnologia è frequentemente impiegata in videosorveglianza.

Sebbene CCTV è più comunemente usato nel Regno Unito per motivi di sicurezza, è stata la prima volta in Germania, per monitorare il lancio di razzi durante la seconda guerra mondiale. Prima progettata da Walter Bruch, un ingegnere tedesco famoso per la sua invenzione della televisione a colori, la tecnologia continua ad essere utilizzato per individuare problemi di lanci di razzi. Alla fine del 1960, la polizia ha cominciato a piantare telecamere lungo le strade per proteggere le aziende e il pubblico dalla criminalità. Oggi, essi sono spesso installati in banche, negozi, casinò, centri commerciali, e su alcune proprietà private. Essi possono essere utilizzati anche per guardare e regolare i processi industriali, monitorare il traffico, e supervisionare gli autobus pubblici, treni o metropolitane.

Una telecamera a circuito chiuso può essere dotato di molte caratteristiche speciali, come ad esempio la possibilità di inclinare, pan attraverso la stanza, o prendere le immagini al buio. Una moderna telecamera a circuito chiuso può anche prendere il colore, ottenere immagini accurate di piccoli oggetti a grandi distanze, o fare uso di contenuti video analisi (VCA). VCA collega la fotocamera al computer, che può quindi cercare il video di attività sospette o target specifici; per esempio, un furgone rosso o una persona che indugiava vicino al sito di un crimine. Altre caratteristiche che possono essere applicate a tali video includono il riconoscimento e biometria facciale, che vengono utilizzati, in modo imperfetto, di identificare gli individui dai tratti del viso o movimenti. Queste telecamere sono spesso gestiti da una sala di controllo in un'altra parte dell'edificio o in un altro edificio interamente.

L'uso crescente di videosorveglianza è stata una questione controversa che talvolta contrappone la sicurezza contro la privacy. Mentre la telecamera a circuito chiuso è stato utile nella prevenzione della criminalità, accelerando il processo di ricerca, la carica, e di condannare i criminali, e la lotta contro il terrorismo, ma ha anche incontrato le libertà civili preoccupazioni. I critici di CCTV temono che la videosorveglianza può essere utilizzato come una forma di controllo sociale, molto nel modo di COINTELPRO, un defunto Bureau statunitense Federal of Investigation (FBI) programma utilizzato sorveglianza come parte di molti, spesso illegale, progetti di indagare e deragliare organizzazioni dissidenti politici, gruppi per le libertà civili, e gruppi di odio. Altri semplicemente sostengono che la presenza di telecamere a circuito chiuso è invadente e conferisce una sensazione di essere osservato, con un conseguente popolazione timoroso e remissivo. Questo fenomeno è stato descritto nel libro di George Orwell 1984 in cui il pubblico è stato controllato da video sorveglianza e la minaccia che il "Grande Fratello", il dittatore, è stato loro monitoraggio.

  • Filmati CCTV è monitorata dalle forze dell'ordine per prevenire la criminalità.
  • Una telecamera a circuito chiuso può essere utilizzato per monitorare il traffico.

Articoli Correlati