Che cosa è un potenziometro digitale?

09/05/2012 by admin

Un potenziometro viene utilizzato per regolare il livello complessivo di energia elettrica che passa attraverso un dispositivo. Normalmente utilizzato in articoli quali manopole di controllo del volume e regolatori della luminosità, potenziometri analogici standard consentono un individuo di modulare la risposta di un circuito, che controlla il flusso di potenza stesso. Un potenziometro digitale, o DigiPot, interamente controllata tramite segnali digitali; durante l'uso, tali segnali vengono convertiti in un'uscita analogica, permettendo all'utente di controllare il segnale elettrico. Potenziometri digitali sono tipicamente utilizzati per modulare i segnali analogici in microcontrollori, come unità centrali di elaborazione di un computer. Controllando la quantità di energia che passa attraverso microcontrollori, atti potenziometro per mantenere la potenza che fluisce attraverso dispositivi elettronici sensibili sotto stretto controllo.

Potenziometri digitali sono costruiti utilizzando un resistore scala R-2R circuiti integrati o utilizzando un convertitore diretta digitale-analogico. In entrambi i casi, tali dispositivi impiegano il codice binario digitale generato dal potenziometro digitale e tradurlo in un segnale di tensione analogico per il dispositivo. Ciò comporta la corretta quantità di forza motrice al dispositivo, permettendo modulazioni da apportare attraverso altro che adeguamenti del segnale digitale si muove attraverso il dispositivo.

Rispetto ai tradizionali potenziometri, potenziometri digitali sono alcune lacune. Il primo di questi è la modulazione; segnali digitali non possono essere regolati abbastanza minuziosamente come segnali analogici, con conseguente modifica che non possono essere fatte abbastanza preciso. I più comuni sono 256 gradini potenziometri digitali, ma quelli che vanno da 32 a oltre 1.000 passaggi sono disponibili anche. Un altro svantaggio è la limitazione alla loro gamma di alimentazione digitale di tensione, che si muove in genere da 0 a 5 volt di corrente continua (VDC), meno la gamma standard della maggior parte dei potenziometri analogici. Occasionalmente, durante un ciclo di accensione, un potenziometro digitale può predefinito un valore casuale, che può potenzialmente causare problemi sul circuito.

Alcune versioni di un potenziometro digitale contengono memoria a bordo. Questo permette loro di ricordare la loro specifica impostazione anche dopo il flusso di alimentazione si muove attraverso il dispositivo è stato interrotto, ad esempio da un utente spegnere un computer o altro dispositivo elettrico. Per questi tipi di potenziometri digitali, non appena essi vengono riattivati, hanno immediatamente riprendere operante al livello di potenza esatto erano a prima dello spegnimento.


Articoli Correlati