Che cosa è un mercato perfetto?

Un mercato perfetto è un concetto in economia, soprattutto l'economia neoclassica, che si riferisce a un mercato con ciò che è noto come concorrenza perfetta, una serie di condizioni in cui nessun operatore di mercato ha il potere di influenzare il prezzo di qualsiasi merce che acquista o vende. In tale mercato, le forze della domanda e dell'offerta produrranno un equilibrio in cui domanda e offerta di ogni bene si adattano esattamente al prezzo attuale. La vera concorrenza perfetta può esistere solo in una serie di condizioni che non sono possibili nel mondo reale, e quindi non esistono veri e propri mercati perfetti. Il concetto è usato in economia, non per descrivere qualsiasi stato di cose nel mondo reale, ma come costruzione di semplificare esperimenti mentali su come le economie funzionano e fornire un punto di riferimento al quale i mercati del mondo reale possono essere confrontati.

E 'importante notare che il mercato perfetto e concorrenza perfetta non sono giudizi morali. O meno il mercato è efficiente è una questione distinta dalla giustizia o opportunità di processi che di mercato o di risultato. In questo contesto, chiamando qualcosa di perfetto significa che si tratta di un concetto ideale utilizzato per semplificare esperimenti mentali o calcoli. E 'simile ai concetti della fisica, come un corpo perfettamente rigido, il che significa un oggetto che è completamente inalterato applicando forze e non subisce deformazioni sotto qualsiasi circostanza o un corpo nero perfetto, che si riferisce ad un oggetto che assorbe completamente tutte le radiazioni elettromagnetiche in arrivo. Nessun materiale reale ha queste caratteristiche, ma possono essere utilizzati come costruzioni mentali per pensare a un campo scientifico.

Ci sono un certo numero di condizioni necessarie per un mercato perfetto. Il numero di acquirenti e venditori è molto grande o infinito, rendendo impossibile per qualsiasi partecipante al mercato di avere alcun effetto sui prezzi di mercato. Tutte le merci vendute in ogni mercato sono completamente omogenei da un fornitore all'altro, e le imprese possono entrare e uscire dal mercato libero. Tutti i produttori fanno i profitti normali, il che significa che il loro reddito è pari al loro costo opportunità. Tutti i partecipanti al mercato inoltre in possesso di informazioni perfetta sui fattori economici rilevanti per le loro decisioni e si presume essere razionalmente agire per massimizzare la propria utilità. Infine, tutti gli scambi possono essere effettuate senza costi di transazione, e tutti i fattori di produzione - lavoro, il capitale e le risorse naturali - sono perfettamente mobile e può essere spostato a nuovi usi in risposta a condizioni di mercato senza alcun costo.

Un mercato perfetto produce una situazione chiamata efficienza di Pareto o Pareto ottimalità, chiamato per l'economista Vilfredo Pareto. Ciò significa che non è possibile modificare la distribuzione dei prodotti per rendere una persona meglio senza contemporaneamente fare nessuno peggio. Questo perché, in equilibrio creato da concorrenza perfetta, sono state fatte tutte le possibili scambi reciprocamente vantaggiosi. Nessun mercato reale è così, ovviamente, ma molti economisti usano l'idea come un modo per spiegare concetti economici o perché esaminare come e perché un vero mercato differisce da un mercato perfetto può aiutare a spiegare il suo funzionamento.

I concetti del mercato perfetto e concorrenza perfetta sono ampiamente utilizzati nella moderna economia neoclassica, la scuola dominante del moderno pensiero economico, ma il loro ruolo e importanza sono contestati tra gli economisti. Molti economisti vedono questi concetti come un modo per identificare le aree in cui i processi di mercato può essere migliorato attraverso l'intervento del governo o di altri cambiamenti. Altri li considerano come un esperimento mentale utile che aiuta a spiegare i principi economici, ma contesta il suo valore come guida per giudicare l'efficacia dei mercati del mondo reale o migliorare attraverso la politica del governo, come molti mercati reali funzionano bene nonostante la loro deviazione dal modello di concorrenza perfetta. Alcuni economisti e scuole di pensiero economico rifiutano il modello di mercato del tutto perfetto, di solito sostenendo che le ipotesi del modello omettono fattori che sono troppo essenziali per essere erogato con, come ad esempio informazioni imperfetta e come funzionano i processi di mercato nel corso del tempo.

  • I concetti del mercato perfetto e concorrenza perfetta sono ampiamente utilizzati nei moderni economia neoclassica, la scuola dominante del moderno pensiero economico.