Che cosa è un immunizzazione contro la polio?

04/14/2012 by admin

La vaccinazione antipolio o vaccino, è una iniezione che protegge contro la malattia la poliomielite, detta anche la poliomielite. Negli Stati Uniti, la maggior parte delle persone ricevono questa vaccinazione in giovane età. Contiene questione virale morto. Viene indicato anche come un vaccino polio inattivato, o un IPV. Ciò significa che un paziente che riceve il tiro non può diventare malato con un virus attivo.

Tutti i vaccini funzionano stimolando il sistema immunitario del corpo. Gli anticorpi sono prodotti in risposta all'introduzione della materia virale. Questi anticorpi sono specificamente realizzati per la lotta contro un certo tipo di malattie, come la poliomielite. Una volta che il corpo ha queste cellule, una immunità a tale malattia è acquisita.

Una vaccinazione antipolio è in genere somministrato in una serie di quattro colpi. Si raccomanda che i bambini ricevono una prima dose non prima di sei settimane di età, ma idealmente a circa due mesi. La seconda dose è poi dato a quattro mesi di età, e il terzo tra i sei ei 18 mesi di età. Assumendo questa pianificazione è seguita, il quarto colpo è di solito somministrato quando il bambino è da quattro a sei anni. Se la quarta iniezione è ritardata fino a dopo che lasso di tempo, si ritiene inutile.

Gli adulti che hanno avuto solo le prime di una o due dosi da giovani possono ricevere le iniezioni rimanenti più tardi nella vita. L'intervallo tra le dosi supplementari non interferisce con la loro efficacia. Gli esperti raccomandano che gli adulti completare il corso completo di colpi, soprattutto se sono in viaggio per le zone in cui la polio è comune. Sanità e tecnici di laboratorio devono inoltre ricevere il resto delle iniezioni.

Se possibile, le donne che sono incinte dovrebbero ritardare l'immunizzazione antipolio fino a dopo che partoriscono. Le donne in gravidanza che sono a un rischio maggiore per la contrattazione poliomielite possono ricevere le iniezioni, però. Il vaccino è sicuro per le donne che allattano.

Alcuni pazienti possono avere lievi effetti collaterali del vaccino. Come ogni colpo, può causare arrossamento e dolore nella zona del sito di iniezione. Le reazioni allergiche si verificano raramente, anche se sono possibili. I pazienti che soffrono di difficoltà respiratorie, senso di oppressione al petto, o orticaria dovrebbero cercare assistenza medica di emergenza.

Le persone che hanno già sperimentato una reazione allergica alla vaccinazione antipolio non devono ricevere ulteriori dosi. Né i pazienti che hanno avuto reazioni allergiche alla neomicina, streptomicina, o polimixina B. Coloro che sono malati dovrebbero ricevere solo l'iniezione dopo aver recuperato dovrebbero.

  • I Centers for Disease Control raccomanda l'iniezione del vaccino Salk per Polio, in contrasto con il vaccino Sabin per via orale, che è fatto da un live, ma forma del virus indebolito.
  • Idealmente, un bambino dovrebbe ricevere la prima immunizzazione antipolio a 4 mesi.
  • Il vaccino antipolio è un colpo somministrato per proteggere contro la malattia la poliomielite.
  • Il vaccino Salk, usato per prevenire la polio, ha svolto un ruolo importante nella eradicazione della malattia negli Stati Uniti
  • Il quarto e ultimo colpo poliomielite deve essere somministrato a un bambino in giro di sei anni, assumendo una pianificazione adeguata è stata seguita.
  • Nel corso degli anni, vaccinazioni profilattiche hanno notevolmente ridotto l'incidenza della poliomielite in tutto il mondo.

Articoli Correlati