Che cosa è un esofagoscopio?

Un esofagoscopio è uno strumento medico che può essere inserito nell'esofago per osservare direttamente all'interno della gola. Esophagoscopes possono essere flessibile o rigido, e in genere dispongono di una fonte di luce alle loro punte. I modelli più vecchi portano un'immagine dell'esofago al fine dell'ambito mediante specchi o cavi ottici. Esophagoscopes recenti sono comunemente equipaggiati con telecamere in miniatura, invece. Essi possono anche includere vari accessori, come un artiglio afferrare per rimuovere materiale estraneo e una varietà di spazzole, raschietti, e curette che permettono biopsie da eseguire.

Il esofagoscopio è progettato per aprire l'esofago, che è naturalmente lo più chiuso, in modo che una immagine chiara può essere visualizzato da un medico. Esophagoscopes primi erano poco più che tubi di metallo che sono stati inseriti in esofago, in modo molto simile a una spada-ingoiatore compie il suo atto. Questi sono stati poi migliorati con luci elettriche, aumentando notevolmente la loro capacità di restituire le immagini dai recessi oscuri della gola. Ambiti flessibili sono stati creati nel 1960 disponendo fasci di fibre di vetro in modo che sono tornati un'immagine alla fine dell'ambito anche quando piegato in una curva.

In pratica medica moderna, vengono utilizzati entrambi esophagoscopes flessibili e rigide, a seconda della procedura. Ambiti flessibili sono in grado di passare attraverso lo stomaco e nel duodeno, e tendono a causare meno traumi alla gola del paziente. Possono anche essere inseriti attraverso il naso piuttosto che la bocca, che bypassa le vie aeree più completo. Ambiti rigidi sono migliori in espansione passaggi stretti dell'esofago, e sono favoriti per la rimozione di corpi estranei da esofago, e per l'esecuzione di biopsie nel corso superiore del tratto gastrointestinale.

In un Esofagoscopia normale, un esofagoscopio viene passato nell'esofago attraverso la bocca o il naso, ed è filettata attraverso l'esofago, nello stomaco e talvolta nel duodeno. Lungo la strada, un medico controlla per i segni di irregolarità che possono interferire con la deglutizione o indicare eventuali tumori. Se viene trovato un'irregolarità, la esofagoscopio può essere utilizzato per biopsia un campione per ulteriori analisi. Se un corpo estraneo ha depositarsi nella gola, la portata può essere dotato di un artiglio di presa per rimuoverlo.

Esofagoscopia è considerata una procedura non invasiva, in quanto non comporta il taglio di qualsiasi tessuto. È, tuttavia, quasi sempre eseguita con l'uso di un anestetico locale e possibilmente un sedativo, soprattutto nel caso di bambini piccoli. I pazienti che si sottopongono a un esofagoscopia sono spesso lasciati con un mal di gola. Complicazioni, come sanguinamento e danni ai tessuti molli, sono possibili con questa procedura.

  • I pazienti di solito hanno un mal di gola dopo aver subito un Esofagoscopia.
  • Vomito eccessivo come risultato di bulimia può causare dolore esofageo.
  • Ambiti flessibili sono in grado di passare attraverso lo stomaco e nel duodeno.