Che cosa è Eoandromeda?

Eoandromeda è un genere di animali dal periodo Ediacaran, risalenti a circa 550 milioni di anni fa. Questi animali sono interessanti perché sembrano essere i primi animali adulti nella documentazione fossile, che riflette un cambiamento importante per la vita sulla Terra. In realtà, c'è un certo dibattito sul fatto Eoandromeda appartiene al regno animale a tutti, con alcuni scienziati sostenendo che i resti fossili potrebbero essere i resti di alghe. Tuttavia, l'evidenza sembra sostenere con forza l'idea che questi resti sono quelli di animali, e in caso affermativo, segna una grande scoperta.

Solo è stato scoperto una specie in questo genere, Eoandromeda octobrachiata, un organismo otto braccia mostrando simmetria radiale. Dalle fossili che rimangono, gli scienziati hanno ipotizzato che l'organismo aveva un corpo a forma di cupola, e che era probabilmente molto semplice, dimostrando un passo molto grezzo lungo il percorso per lo sviluppo di animali come quelle che vagano Terra oggi, sebbene la organismo avrebbe potuto essere simile a meduse.

Data la posizione di fossili Eoandromeda, si ritiene che gli animali hanno vissuto sul fondo dell'oceano, forse assorbendo nutrienti disciolti nell'acqua e usarli come cibo. Probabilmente era un organismo corpo molle, date le strutture del corpo dei moderni creature degli abissi. Poco oltre questo è noto, che è prevedibile, date le prove fossili limitate e le limitazioni di studiare animali che esistono solo in forma fossile.

Un'altra cosa interessante su Eoandromeda è che gli animali sono conservate in due modi nettamente diversi, la conservazione Ediacaran, e Burgess conservazione scisto. Conservazione Ediacaran è un tipo di conservazione in cui fossili sono stati conservati dalle stuoie microbiche sul fondo dell'oceano, con i microbi sviluppare una pellicola spessa che proteggeva l'animale come lentamente decaduto e poi mineralizzata con il resto del fondo dell'oceano. In Burgess conservazione scisto, resti fossili sono intrappolati in straordinariamente chiaro dettaglio in formazioni di scisto.

I due tipi di conservazione conservano strutture diverse, che ha reso difficile per confermare che gli scienziati sono stati in realtà guardando la stessa creatura. Il fatto che gli esempi di entrambi i tipi di conservazione possono essere trovati suggerisce che Eoandromeda potrebbe essere una parte fondamentale della storia dei reperti fossili, fornendo indizi che potrebbero essere utilizzati per identificare e data altri fossili.

  • Studio dei fossili mostrano che la vita animale che prima emerse sulla Terra circa da 550 a 600 milioni di anni fa.