Che cosa è aumento della pressione intracranica?

Il cervello, insieme con i suoi vasi sanguigni, il midollo spinale e fluido cerebrospinale, sono tutti contenuti all'interno delle pareti ossee del cranio. Normalmente, la pressione all'interno del cranio, nota come la pressione endocranica, è regolata in modo che rimanga entro certi limiti. Aumento della pressione endocranica, quando la pressione all'interno del cranio è sollevata sopra della norma, è potenzialmente pericoloso perché il cervello può essere danneggiato, mediante pressione diretta sui suoi tessuti o per gli effetti della pressione sollevata sui vasi sanguigni che porta ad una diminuzione del sangue fornire al cervello. Possibili cause di aumento della pressione endocranica includono una emorragia cerebrale, un tumore, o un aumento della quantità di liquido cerebrospinale che circola intorno al cervello. Aumento della pressione endocranica è generalmente considerato come emergenza ed il paziente viene posto su un ventilatore, mentre il fluido viene scaricato dal cranio.

Pressione intracranica normale dipende dal volume della costante rimanente cervello. Allo stesso tempo, il fluido cerebrospinale è continuamente creata e assorbito per mantenere un livello costante, e il sangue che scorre attraverso il cervello è regolato per rimanere entro limiti normali. Quando la pressione endocranica comincia a salire, dapprima più fluido viene assorbito, abbassando la pressione del fluido cerebrospinale, nel tentativo di riportare la pressione globale all'interno del cranio al suo livello precedente.

Se la pressione continua ad aumentare, essa raggiunge un punto critico in cui cambiamenti liquido cerebrospinale possono più compensare l'aumento. La persona può avere una pupilla dilatata e sperimenta in genere mal di testa e vomito. Ci può essere un aumento della pressione sanguigna nelle arterie, rallentando e irregolarità del battito cardiaco, e difficoltà respiratorie. Come la condizione progredisce, parte del cervello può essere spinto fuori attraverso l'apertura nella parte inferiore del cranio, e il flusso di sangue attraverso il cervello comincia a mancare. Questi cambiamenti normalmente conducono alla morte cerebrale se non trattata.

Un certo numero di condizioni può dar luogo ad un aumento della pressione intracranica. Alcuni lo fanno allargando il cervello stesso, come il rigonfiamento del tessuto cerebrale visto in malattie come la meningite o la crescita di un tumore. Altre condizioni aumentano la pressione da occupare spazio intorno al cervello, come il sanguinamento a seguito di un trauma cranico o ictus emorragico, o un accumulo di liquido cerebrospinale che può essere causata da una produzione eccessiva o drenaggio bloccata.

Trattamento di aumento della pressione intracranica comporta ricovero in ospedale e cure intensive. Il paziente viene solitamente collocato su un ventilatore per assistere con farmaci respirazione e dato per combattere gonfiore del cervello, mentre il fluido cerebrospinale è drenato dal cranio per abbassare la pressione interna. Se ci sono cause trattabili di pressione sollevata, come un tumore o coagulo di sangue che può essere rimosso, questi sono trattate appena possibile.

  • Aumento della pressione endocranica è generalmente considerato come emergenza ed il paziente viene posto su un ventilatore, mentre il fluido viene scaricato dal cranio.
  • Aumento della pressione intracranica è un pericolo importante dopo un trauma cranico grave.
  • Una risonanza magnetica della testa può essere utilizzato per aiutare a trovare la causa di un aumento della pressione intracranica.